Davide Pecorelli rimesso in libertà, Corte d’Appello non convalida arresto

Davide Pecorelli rimesso in libertà, Corte d’Appello non convalida arresto

Davide Pecorelli rimesso in libertà, Corte d’Appello non convalida arresto

La Corte d’Appello, su conforme richiesta della Procura Generale, non ha convalidato l’arresto eseguito il 10 dicembre scorso dal personale della Questura di Perugia nei confronti del 47enne Davide Pecorelli, accusato dall’autorità giudiziaria albanese di truffa, false dichiarazioni, profanazione di tombe, intralcio alla giustizia, danneggiamento, incendio ed attraversamento illegale delle frontiere. Inoltre, sempre su conforme richiesta della Procura Generale, è stata disposta la rimessione in libertà del cittadino italiano.

L’uomo era ricercato in campo internazionale per reati commessi in Albania. Le indagini della Polizia di Stato di Perugia avevano dimostrato che, nel gennaio 2021, il 47enne, per sottarsi a debiti finanziari contratti in Italia, aveva dato fuoco, nel villaggio di Rras in Albania, ad un’autovettura da lui noleggiata, al cui interno aveva fatto rinvenire resti di ossa umane al fine di simulare il proprio decesso. Era poi stato ritrovato in vita il 17 gennaio 2021, sull’isola di Montecristo (Italia).

Arrestato Davide Pecorelli per i reati commessi in Albania

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*