Coronavirus, preoccupano i piccoli comuni umbri, Giove, Porano e Castel Giorgio

 
Chiama o scrivi in redazione


Coronavirus, preoccupano i piccoli comuni umbri, Giove, Porano e Castel Giorgio

«Il prelievo, come presumibile, dei numerosi campioni effettuato lunedì ha prodotto un aumento consistente dei casi positivi (ed ancora mancano i risultati di 9 tamponi). E’ quanto scrive il comune di Giove sulla propria pagina Facebook. Il numero eccessivamente elevato dei casi positivi insieme all’altrettanto elevato numero delle famiglie coinvolte (9) e ad alcuni casi di contagio isolato hanno indotto l’ASL a chiedere l’isolamento del nostro comune alla Regione che, probabilmente emetterà l’ordinanza». I casi positivi passano a 28, di cui 4 ricoverati e gli altri 24 in isolamento domiciliare. Numero alto rispetto agli abitanti, circa 1.901 residenti.

Il sindaco di Giove, Alvaro Parca, intanto fa sapere che non emanerà alcuna ordinanza che obblighi i cittadini ad utilizzare le mascherine. «Io credo – scrive in un post – che la stragrande maggioranza dei cittadini sia ormai abbastanza matura da comprendere senza ulteriori costrizioni quale sia la cosa giusta da fare, così come lo sanno i commercianti che vietano l’ingresso in negozio a chi non indossa i suddetto dispositivi di protezione individuale».

Preoccupa anche il comune di Porano dove ieri il comune ha comunicato i dati aggiornati dei positivi al covid-19. Sono 17 le suore positive all’Istituto di san Bernardino di Porano, un residente positivo in quarantena contumaciale, 7 residenti positivi ricoverati presso le strutture ospedaliere, 2 residenti guariti, 1 residente clinicamente guarito (senza più sintomi) in attesa del risultato del primo tampone, 2 suore positive decedute di 90 anni e 103 anni con pregresse patologie. La protezione civile, inoltre, consegnerà alla Casa delle Suore 300 mascherine chirurgiche e 100 mascherine FFp2.

«La marcia del COVID-19 sembra non arrestarsi, oggi (ieri ndr) ci sono stati comunicati tre nuovi positivi legati da rapporti famigliari ai precedenti casi di contagio. E’ quanto scrive il sindaco di castel Giorgio, Andrea Garbini. I nuovi positivi sono stati contattati questa mattina e risultano in buona salute. La comunicazione di questi ultimi contagi è stata la più difficile da accettare in quanto risultano: un adulto e due adolescenti. Nonostante le belle giornate e le comprensibili difficoltà a restare nelle proprie abitazioni vi chiedo di rispettare le regole imposte dai Decreti perché l’emergenza non è ancora finita. Augurando pronta guarigione a tutti i positivi invito la popolazione ad un affettuoso simbolico abbraccio a tutte le persone coinvolte in questa vicenda con particolare affetto ai due adolescenti e ai loro famigliari».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*