Consiglio Stato annulla delibera, procuratore Terni Alberto Liguori assolto da accuse

Il Consiglio di Stato respinge la non conferma di Alberto Liguori come Procuratore della Repubblica di Terni, dichiarando irrilevanti le conversazioni con Palamara.

Alberto Liguori lascia la Procura di Terni, bilancio di otto anni
Alberto Liguori

Consiglio di Stato Annulla Delibera
Procuratore di Terni Alberto Liguori Assolto dalle Accuse

Consiglio Stato annulla – Il Consiglio di Stato ha emesso oggi una sentenza definitiva annullando la delibera che negava la conferma nelle funzioni di Procuratore della Repubblica di Terni al dott. Alberto Liguori, accogliendo integralmente il suo ricorso.

La decisione del Consiglio di Stato si basa sulla constatazione che l’organo di autogoverno della magistratura aveva precedentemente considerato irrilevanti le conversazioni avvenute tra il dott. Liguori e il dott. Palamara, attribuendo al Procuratore di Terni l’ultima valutazione in termini di professionalità.

Il giudice amministrativo ha evidenziato che nella delibera ora annullata, il Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) non ha fornito alcun elemento istruttorio concreto a supporto dell’incidenza di tali conversazioni sull’esercizio delle funzioni assegnate al dott. Liguori.

Secondo il Consiglio di Stato, gli elementi acquisiti “non possono portare a un’identificazione inammissibile e commistione tra logiche correntizie e l’imparzialità delle funzioni svolte” dal Procuratore di Terni. La sentenza rappresenta quindi una chiara assoluzione da parte del Consiglio di Stato, che ha respinto le accuse mosse contro il dott. Alberto Liguori.

Questa decisione non solo sancisce l’assoluzione del Procuratore di Terni dalle accuse formulate, ma riafferma anche la necessità di basare le valutazioni professionali su elementi concreti e imparziali, evitando identificazioni indebite e presunte commistioni con dinamiche non rilevanti per l’efficace esercizio delle funzioni giurisdizionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*