Concorsopoli, chiesto il processo per 34 indagati, pm mostrano i filmati

 
Chiama o scrivi in redazione


Concorsopoli, chiesto il processo per 34 indagati, pm mostrano i filmati
Maurizio valorosi

Concorsopoli, chiesto il processo per 34 indagati, pm mostrano i filmati

I pm Mario Formisano e Paolo Abbritti, ieri mattina in tre ore di requisitoria dopo aver fatto vedere 3 o 4 filmati video e fatto ascoltare gli audio delle intercettazioni, hanno chiesto il rinvio a giudizio di 34 indagati per l’inchiesta della guardia di finanza relativi ai presunti truccati. I sostituti procuratori hanno ricostruito, anche grazie alle intercettazioni andate prima degli arresti dell’aprile 2019, il sistema dei concorsi pilotati.

Una serie di favori che la procura di Perugia vuole processare con l’accusa di associazione per delinquere contestata a manager e politici. Sono 39 sotto accusa, compresi i politici Gianpiero Bocci e Luca Barberini, mentre la ex presidente Catiuscia Marini sarà interrogata nei prossimi giorni, dopo l’errore di notifica. Con loro anche l’ex dg Emilio Duca e l’ex direttore amministrativo, Maurizio Valorosi (in foto). Per quest’ultimo i pm hanno infatti chiesto il non luogo a procedere per tutte le contestazioni di falso, su istanza del suo avvocato, Francesco Crisi.

Gli altri capi di imputazione parlano, a vario titolo, di falsi e abusi di ufficio. Dalla rivelazione delle tracce alla consegna a mano delle domande, per “garantire ai segnalati dalla politica una assoluta priorità”. “Non vogliamo fare di tutta l’erba un fascio”, ha detto Abbritti in apertura, spiegando come alcune prove, filmati e audio carpiti dalle fiamme gialle, siano illuminanti.

Nelle prossime udienze (venerdì ndr) toccherà alle repliche delle difese, pronte a dimostrare la correttezza dei loro assistiti e ad alleggerirne le posizioni. La decisione del giudice per le indagini preliminari è attesa per il 25 novembre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*