Colpisce con cacciavite Carabinieri di Ponte Pattoli, ma viene arrestato

 
Chiama o scrivi in redazione


Colpisce con cacciavite Carabinieri di Ponte Pattoli, ma viene arrestato

Colpisce con cacciavite Carabinieri di Ponte Pattoli, ma viene arrestato

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Ponte Pattoli, guidati dal Maggiore Pierluigi Satriano, hanno arrestato in flagranza, per le ipotesi di reato di resistenza e violenza o minaccia a Pubblico ufficiale, furto aggravato e porto abusivo di armi od oggetti atti a offendere, un 64enne italiano, residente nel Lazio, di fatto senza fissa dimora, disoccupato, noto alle forze di polizia.

© Protetto da Copyright DMCA

I militari operanti attivati dalla locale Centrale Operativa, sono intervenuti presso il supermercato “Conad” in località Piccione, dove l’uomo, poco prima, dopo aver infastidito alcuni clienti, aveva illecitamente rubato alcuni generi alimentari, occultandoli all’interno di una busta in suo possesso, per poi recarsi alla cassa, esibendo e pagando soltanto una confezione del reparto gastronomia.

A quel punto, il titolare dell’esercizio commerciale ha chiesto all’uomo di mostrare lo scontrino per la merce contenuta nella borsa, ma questi, sempre più agitato, affermava di averla acquistata in un altro negozio, senza tuttavia disporre di alcuna ricevuta di pagamento.

I militari, nel frattempo giunti, hanno invitato il soggetto a seguirli all’esterno del supermercato, per chiarire la situazione e generalizzarlo; a quel punto, l’uomo ha iniziato ad assumere un atteggiamento molto aggressivo, inveendo e proferendo frasi minatorie contro gli operanti, per poi tentare di estrarre dai pantaloni un grosso cacciavite e scagliarsi contro i medesimi, prima di essere neutralizzato al termine di una breve colluttazione, anche mediante utilizzo dello spray urticante in dotazione.

Trasportato al locale nosocomio per le cure del caso, l’uomo è stato dimesso senza prognosi. Per i militari, invece, la prognosi è stata, rispettivamente, di 5 e 7 giorni per leggere contusioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*