Chef perugino preso a bottigliate dagli spacciatori a Perugia

Aggressione ristoratore Corso Garibaldi, espulso spacciatore responsabile
Foto pubblicata sul profilo Facebook dell'aggredito

Chef perugino preso a bottigliate dagli spacciatori a Perugia. E’ stato preso a bottigliate dagli spacciatori. Il tutto è accaduto la notte di san Lorenzo a Perugia. Uno chef perugino che ha un locale in via Garibaldi a Perugia è stato colpito da uno straniero. Il giovane ha raccontato che la bottiglia lo ha sfiorato ed è andata in frantumi sul muro, ma le schegge lo hanno colpito al volto e al petto. Con lo straniero c’erano altri due o tre. Ha cercato di inseguirli, ma «fuggivano come lepri».

Lo chef ha chiamato i carabinieri che hanno fatto intervenire l’ambulanza. Gli hanno dato dieci giorni di prognosi. Una denuncia è stata fatta.  Adesso tocca alle forze dell’ordine bloccare chi ha tirato la bottiglia. Ma la situazione in corso Garibaldi è davvero molto difficile. Gli spacciatori che vengono cacciati, minacciano continuamente i commercianti della zona. In Corso Garibaldi sono in tanti a sfidare gli spacciatori, commercianti residenti.

Lo chef era andato a trovare gli amici di un altro locale a fine serata quando è stato seguito e poi colpito dallo straniero. Dopo essere stato medicato ha pubblicato foto sul suo profilo Facebook, erano le 4 del mattino di ieri.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*