C’è chi non fa mai festa, Sasu Umbria tre salvataggi in un giorno solo

C'è chi non fa mai festa, Sasu Umbria tre salvataggi in un giorno solo

C’è chi non fa mai festa, Sasu Umbria tre salvataggi in un giorno solo

È stata una giornata molto impegnativa quella del Lunedì dell’Angelo trascorsa per gli uomini e le donne del Soccorso Alpino e Speleologico Umbria: complice il bel tempo di oggi, che ha invogliato ad effettuare le molteplici attività outdoor, sono state numerose le persone soccorse.
Infatti, il SASU, in vista della bella giornata primaverile, dopo mesi di maltempo, aveva già approntato presidi nelle zone considerante più a rischio.

Alla cascata delle Marmore

La mattinata ha visto impegnata una squadra del SASU proveniente da Terni, per intervenire nel Parco della Cascata delle Marmore dove un ragazzo, M.F. ventunenne del Viterbese, ha subito un trauma alla gamba a causa di una rovinosa caduta. Sul posto, oltre al personale del SASU è intervenuta anche l’ambulanza del 118 che ha trasportato il paziente al nosocomio di Terni.

Nel primo pomeriggio, altri due interventi hanno richiesto l’ausilio delle squadre del SASU provenienti da Spoleto e Terni dirette a Monteluco di Spoleto: uno per un uomo colto da malore, un altro per un escursionista caduto da un pendio sulla strada mentre stava raccogliendo asparagi; sul posto oltre al personale del 118 presenti anche i Carabinieri.

Raccoglieva asparagi e si infortuna

Infine, intorno alle ore 17:00, le due squadre del SASU provenienti da Terni e Spoleto sono intervenute per soccorrere una escursionista, S.P. cinquantaseienne del Ternano, anche lei infortunatasi mentre stava raccogliendo gli asparagi; la donna ha riportato un trauma alla spalla ed è stata trasportata all’ospedale di Spoleto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*