Carabinieri nucleo patrimonio culturale recuperano 600 documenti storici

Carabinieri nucleo tutela patrimonio culturale recuperano 600 documenti storici

Carabinieri nucleo tutela patrimonio culturale recuperano 600 documenti storici

I carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Torino hanno recuperato e messo sotto sequestro 592 documenti storici e 30 manifesti pubblici che erano stati trafugati fra il 1983 e il 2000. Il valore economico del materiale è superiore ai 60 mila euro.

L” indagine aveva preso le mosse nell” agosto del 2011, quando il direttore dell” Archivio di Stato di Como aveva appurato che alcuni documenti pubblici messi in vendita sul portale commerciale e-bay da un noto antiquario della provincia di Torino avrebbero dovuto essere di propria pertinenza. Le carte, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, erano state consultate e sottratte in un arco di diversi anni da un filatelico pugliese, che le aveva custodite segretamente nel suo archivio domestico fino alla sua morte avvenuta nel 2004.

Gli eredi, inconsapevoli della provenienza illecita, avevano venduto i documenti a un commerciante di Bari, che in seguito li aveva ceduti all” antiquario del Torinese. I 592 documenti e i 20 manifesti provenivano dagli Archivi di Stato di Como, Roma e Pordenone, e dai territori di competenza delle Soprintendenze Archivistiche e Bibliografiche del Piemonte e Valle d” Aosta, del Veneto e Trentino, del Friuli Venezia Giulia, della Lombardia, dell” Emilia Romagna, dell” Umbria e Marche, dell” Abruzzo e Molise, della Campania, del Lazio e della Sicilia

. Il materiale sarà restituito alla Dirigente della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e Valle d” Aosta, Annalisa Rossi.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
26 + 3 =