Cagnolina sbranata viva, due cani agli arresti domiciliari

Cagnolina sbranata viva, due cani agli arresti domiciliari

Cagnolina sbranata viva, due cani agli arresti domiciliari

Ha cercato invano di salvare la sua cagnolina ed è rimasto ferito. Una meticcia di piccola taglia è stata sbranata viva da due pitbull ed è morta un paio d’ore dopo nella clinica veterinaria che l’aveva presa in cura.

L’aggressione è avvenuta ieri mattina lungo via Casella, a villa Palma. L’uomo, un 60enne, prima di andare al lavoro era uscito a fare una passeggiata col cane, quando all’improvviso sono sbucati due pitbull, usciti dal giardino di una villa.

I due cani si sono avventati con violenza sulla meticcia, che è stata azzannata al collo e all’addome. Il 60enne, nel tentativo di difenderla, è stato preso a morsi. La cagnetta è stata trasportata in una clinica veterinaria, ma è morta poco dopo, mentre il suo padrone è stato portato in ospedale. Ha una prognosi di 10 giorni.

Il servizio veterinario dell’usl Umbria2 ha messo i due pitbull agli arresti domiciliari, affidandoli in custodia al loro proprietario, un ternano di 26 anni. In passato un’aggressione ad un altro cane ad opera degli stessi pitbull.

Sull’episodio c’è un’indagine della Volante. Aggressioni come queste sarebbero abbastanza frequenti a Villa Palma.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
10 + 28 =