Berlino 600 fermi, vietate nuove proteste contro misure anti-contagio

Covid: a Berlino 600 fermi, vietate nuove proteste contro misure anti-contagio

Berlino 600 fermi, vietate nuove proteste contro misure anti-contagio

Dopo i fatti di ieri e la raffica di fermi, le autorità di Berlino hanno vietato tre manifestazioni previste per oggi contro le misure per contenere i contagi da coronavirus. Lo ha confermato la polizia. Vietati due cortei che, secondo gli organizzatori, avrebbero attirato 10.000 persone e un raduno a Potsdamer Platz dove erano previste mille persone.

Ieri, mentre a Berlino restano in vigore le misure sul distanziamento fisico, circa 600 persone sono state fermate o identificate dalla polizia durante proteste che hanno visto coinvolti fino a 5.000 manifestanti, molti legati al movimento ‘Querdeenken’ (Pensiero laterale) che contesta le restrizioni imposte a causa della pandemia di coronavirus. La polizia ha anche usato i cannoni ad acqua. Confermato il decesso in ospedale di un 49enne collassato ieri durante le procedure di identificazione dopo aver lamentato formicolio al braccio e al petto. Oggi è prevista l’autopsia.

(Rak/Adnkrons)

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*