Arrestato spacciatore, consegnava cocaina porta a porta, 70 – 80 euro a dose

Bonus edilizi e cessione crediti imposta inesistenti, 103 milioni di sequestro
Raffaele Cantone

Arrestato spacciatore, consegnava
cocaina porta a porta, 70 – 80 euro a dose

La Polizia ha arrestato, questa mattina su ordinanza del Gip di Perugia, un albanese di 39 anni. L’uomo, come comunica un dispaccio della Procura della Repubblica a firma di Raffaele Cantone, spacciava cocaina. Il cittadino della Terra delle aquile, privo di permesso di soggiorno, viveva e spacciava indisturbato nel capoluogo umbro.  Il suo mercato si svolgeva tra acquirenti del territorio perugino che veniva contattati con diverse utenze telefoniche nella disponibilità dell’arrestato, ma intestate a terzi.


il direttore


Utenze che venivano cambiate frequentemente per non essere individuato, i cui numeri venivano comunicati rapidamente ai suoi clienti.

Dalle 70 alle 80 euro a dose, questo era quanto chiedeva l’albanese ai suoi acquirenti per ogni dose del potente alcaloide consegnato. E la consegna avveniva a domicilio, con l’utilizzo, per spostarsi, sempre con auto diverse.

Droga porta a porta, in sostanza, circuito che è stato stroncato dalla Polizia di Stato che ha sequestrato 5 telefoni cellulari, due auto e 6300 euro in contati, verosimile provento di attività di spaccio. 150 sono state le consegne, che gli investigatori, ritengono ascrivili al quarantenne spacciatore albanese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*