Aggredito barista a Bastia Umbra, trenta giorni di prognosi

è stato operato con sistemi mini invasivi per ricostruire - con una placca metallica - l'osso che era stato frantumato dal pugno

 
Chiama o scrivi in redazione


Assalto alla villa di un imprenditore degli Emirati Arabi al Trasimeno, banda porta via mezzo milione di euro

Aggredito barista a Bastia Umbra, trenta giorni di prognosi

Un barista, di circa 50 anni, è stato aggredito una decina di giorni fa a Bastia Umbra. La vicenda, di cui si sa qualche cosa solo ora, si è svolta all’interno del bar di proprietà della persona aggredita. Il tutto è avvenuto in un locale che si troverebbe nei pressi del centro storico della città.

Da quanto si apprende da fonti bene informate, pare che il proprietario, attorno alle 22 di mercoledì della scorsa settimana, abbia chiesto ad un gruppo di ragazzini di smettere di giocare a carte perché era ora di chiudere. 

La richiesta avrebbe scatenato le ira di uno di loro, un giovane straniero, che ha colpito al volto il titolare dell’esercizio pubblico. Il colpo è stato talmente forte che l’uomo è crollato a terra. A quel punto, familiari e avventori si sono precipitati all’esterno e l’hanno trovato in terra con attorno il gruppo di ragazzi. Tra loro, alcuni italiani e altri stranieri, pare ci sia anche qualche minorenne.

La dinamica, affatto chiara, si è, in ogni caso conclusa in ospedale per il barista che ha riportato una lesione molto seria all’orbita oculare. L’uomo è stato costretto a recarsi subito in ospedale e al Santa Maria della Misericordia è stato operato con sistemi mini invasivi per ricostruire – con una placca metallica – l’osso che era stato frantumato dal pugno. Immediata la denuncia sporta presso i carabinieri di Bastia Umbra che indagano sulla vicenda.
©Ujcom

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*