A Terni la polizia di stato arresta una coppia di spacciatori

A Terni la polizia di stato arresta una coppia di spacciatori

A Terni la polizia di stato arresta una coppia di spacciatori. Venerdì sera, personale della sezione antidroga della Squadra Mobile, unitamente a quello della Digos, nell’ambito dei servizi interforze integrati predisposti dal Questore di Terni Antonino Messineo finalizzati anche al contrasto delle attività di spaccio di sostanze stupefacenti nel centro cittadino, ha arrestato, per la violazione della normativa sugli stupefacenti, una 24enne ternana ed un 25enne egiziano, quest’ultimo irregolare sul territorio nazionale e già in passato arrestato per spaccio.

Gli agenti, attraverso una meticolosa attività di osservazione, hanno infatti notato che la coppia, mentre stazionava nei pressi della passerella nella zona di largo Ottaviani, veniva di continuo avvicinata da giovani che, subito dopo, si allontanavano velocemente. L’egiziano, in particolare, è stato notato più volte consegnare ai diversi “clienti” degli involucri che aveva occultato sotto una lastra in ferro.

Gli agenti, intervenuti per bloccare i due, sono stati anche costretti ad inseguire l’uomo che, alla vista degli operatori, si è immediatamente dato alla fuga in direzione della vicinissima piazza dell’Olmo, venendo però poco dopo fermato e trovato in possesso di alcune dosi di cocaina e marijuana che aveva occultato all’interno di un calzino.  La ragazza, oltre ad una dose di marijuana che aveva nascosto nel reggiseno, è stata trovata in possesso di oltre 500 euro in contanti, verosimilmente provento dell’attività di spaccio.

Le immediate ricerche in zona di altro stupefacente hanno poi consentito di recuperare alcuni involucri contenenti marijuana ed un pacchetto di sigarette al cui interno erano presenti altre dosi di cocaina. La successiva perquisizione all’interno dell’abitazione dei due nei pressi del parco pubblico “La Passeggiata” ha consentito, inoltre, di rinvenire e sequestrare altri 250 grammi di marijuana, 350 grammi di hashish, circa 30 grammi di cocaina, bilancini di precisione, materiale utile alla preparazione ed al confezionamento della droga in singole dosi, 6 telefoni cellulare, oltre ad altri 2.000 euro in contanti.

L’analisi dello stupefacente sequestrato ha evidenziato come la cocaina fosse di ottima qualità e, soprattutto, la presenza, tra l’hashish, di oltre 50 gr. del cosiddetto ‘Pongo’ o hashish in crema. Si tratta di una nuova sostanza derivata dalla marijuana, di qualità migliore e con maggiore principio attivo del normale hashish. Entrambi sono stati quindi condotti in carcere in attesa della convalida dell’arresto. I servizi di prevenzione nella movida cittadina sono proseguiti anche nella serata di sabato ed hanno riguardato il centro della città ed i luoghi di aggregazione giovanile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*