A Massa Martana, il teatro con le maschere della Commedia dell’arte 

Le maschere di Avigliano Umbro sono conosciute e richieste in molte parti d’Italia

A Massa Martana, il teatro con le maschere della Commedia dell’arte

A Massa Martana, il teatro con le maschere della Commedia dell’arte

Le maschere umbre della Commedia dell’arte saranno protagoniste oggi e domani sabato 25 maggio al Teatro Consortium di Massa Martana nello spettacolo “Lezioni d’Amore” a cura del Laboratorio del Paesaggio di Avigliano Umbro, paese nel quale le quattro maschere sono state concepite e realizzate.
Le maschere sono: Rosalinda, Nasoacciaccato, Nasotorto e Chicchirichella, interpretate da Martina Giannini, Stefano Ferrotti, Francesco Michelini e Marco Fioretti, affiancati da altri artisti quali Luca Alcini nella parte di Balanzone, Carolina Giannini una frizzante Colombina, e Lucrezia Beco la bella cortigiana.

Il cameo dello spettacolo è la presenza della versatile performer e soprano Francesca Romana Garroni nella parte di Pulcinella. La consulenza per le musiche è di Francesco Contili e la composizione delle villanelle è stata eseguita da Marco Venturi al clavicembalo e Sara Montani al violino barocco, con le coreografie di Maria Cristina Adriatico e i costumi originali di Paola Contili.

In “Lezioni d’Amore”, dice una nota proprio del Laboratorio del Paesaggio, «le maschere umbre della commedia dell’arte interpretano un copione divertente e pieno di riferimenti alla tradizione e ai luoghi del territorio, una testimonianza spiritosa con frizzi e lazzi, oltre ad un sapiente uso dell’ironia. Un’idea creativa di grande successo per la regia di Paola Contili che ha curato anche la scenografia e i costumi».

Le maschere, rende sempre noto il Laboratorio, sono conosciute e richieste in molte parti d’Italia, da Mondovì di Cuneo, a Milano all’Expo, da Parma al Castello di Bardi e Varallo di Vercelli a Stupinigi e poi Verona e altre piazze per continuare a portare l’Umbria e il loro paese di origine, Avigliano Umbro, in Italia e nel mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*