Gran finale per Trasimeno Blues con lo straordinario bluesman Eric Gales

La 27esima edizione di Trasimeno Blues è arrivata al suo gran finale dopo aver portato in Umbria le migliori espressioni contemporanee del blues e delle sue varie declinazioni. Sono infatti giornate intense di musica e cultura quelle che ora, dal 20 luglio, stanno animando il centro storico di Castiglione del Lago e che vedono lo scenario magnifico della Rocca Medievale ospitare alcuni tra i più autorevoli interpreti della scena internazionale.

La quinta e ultima giornata di domenica 24 luglio sarà caratterizzata dal live attesissimo dello straordinario bluesman Eric Gales, tra i più grandi chitarristi della scena Rock Blues attualmente in circolazione e fresco vincitore del “Blues Music Award” quale miglior chitarrista dell’anno (ore 21.30, ingresso 15 euro).

Già bluesman prodigio negli anni Ottanta, Gales è oggi considerato tra i migliori chitarristi sulla scena internazionale con quel Blues che si mischia al Rock duro come suo marchio di fabbrica. A Trasimeno Blues 2022 presenterà il suo ultimo album grintoso e ispirato, “Crown” prodotto nel 2022 da Joe Bonamassa. Uno show esplosivo di Blues, Soul, Funk, Rock con tanto groove, una chitarra trascinante e una voce fascinosa fra echi hendrixiani e segni di modernità.

Nato a Memphis in una famiglia musicale, Eric Gales pubblica il suo primo album “The Eric Gales Band” (Elektra Records, 1991) all’età di 16 anni registrando uno straordinario successo di critica e di pubblico. Da allora Eric ha sempre realizzato album di notevole spessore tecnico e di ottima qualità. Si discosta decisamente dal Blues Rock classico imparato dai suoi fratelli e, grazie alla frequentazione e allo studio di Joe Satriani, Eric Johnson e Steve Vai il suo approccio si fa più Hard Rock, potente e pirotecnico. Anche dal punto di vista vocale raggiunge vette altissime mettendo in evidenza una voce degna della migliore Black Music.

Questa la formazione che si esibirà a Castiglione del Lago: Eric Gales: voce, chitarra; LaDonna Gales: voce e percussioni; Nicholas Hayes: batteria; Jonathan Lovett: tastiere; Cody Mansfield: basso.

Con la presentazione del libro “E quello sguardo Blues” di Marco Di Grazia si aprirà la ricca giornata di domenica 24 luglio (ore 17.30, Palazzo della Corgna, ingresso gratuito). Dopo “Fra la via Aurelia e il Mississippi – Sei racconti in Blues” altri sei racconti che attraversano un ideale ponte fra la nostra terra e quella del Delta, dove il Blues è nato e dove ci sono tutt’oggi le radici i cui frutti si sono sviluppati dappertutto. Altri sei racconti dello scrittore Marco Di Grazia (esordisce negli anni ’90 come sceneggiatore di fumetti) che narrano di musica e musicisti, di demoni e leggende, di violenza, razzismo, amore e passione. E ancora di musica, attraverso le storie narrate e i suoi protagonisti.

Non mancheranno, replicando quelle di sabato 23 luglio, anche le incursioni musicali per le vie del centro storico, dalle ore 18 alle 23, della soul marching band Gli Sbandati. Street band composta da 15 elementi con strumenti a fiato e percussioni e con la voce di una cantante che partecipa allo spettacolo in forma itinerante. Incredibilmente empatici e versatili, propongono un repertorio comprendente brani Funk, Soul, R&B, Swing e Jazz. La loro performance animerà il centro storico contribuendo ad alimentare un’atmosfera festosa e spensierata.

Alle ore 18.30, in piazza Mazzini ad ingresso gratuito, appuntamento con il concerto dei Malick & The Smooth: un trio di giovani musicisti umbri che presentano in chiave acustica un repertorio composto da brani originali ed altri rivisitati con gusto personale, attraversando trasversalmente i diversi generi appartenenti alla Black Music, con particolare riguardo al Soul, al Blues ed al Jazz. Originali arrangiamenti del chitarrista Federico Papaianni in sinergia con il percussionista Alessio Lucaroni contribuiscono a mettere in luce il particolare valore della voce potente ed elegante del talentuoso Malick Ndiaye.

Ieri sera invece (22 luglio) il pubblico della Rocca ha potuto ascoltare la leggenda della musica soul e funk Martha High, background singer di James Brown per oltre trent’anni, accompagnata dalla The Italian Royal Family, mentre stasera (23 luglio) arrivano i ritmi travolgenti dell’Afrobeat di Seun Kuti con la storica formazione degli Egypt 80.

L’edizione numero 27 del Trasimeno Blues Festival è realizzata con il sostegno del Comune di Castiglione del Lago, del Comune di Panicale e dei “Fondi POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.2.1 – Avviso Pubblico per partecipazione Progetto Spettacoli dal Vivo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*