La cantautrice umbra LaBaldi: “L’arte è lo specchio delle nostre radici”, brano tributo all’Umbria

attualmente in radio con il nuovo singolo "Domani verrà"

La cantautrice umbra LaBaldi brano tributo all'Umbria

La cantautrice umbra LaBaldi: “L’arte è lo specchio delle nostre radici”, brano tributo all’Umbria

LaBaldi, al secolo Annalisa Baldi, cantautrice umbra finalista di XFactor, ha partecipato a “Quelli che il calcio” e al progetto di Laura Pausini “Amiche per l’Abruzzo” con il concerto a SanSiro è attualmente in radio con il nuovo singolo “Domani verrà”.


Fonte: Samigo Press


In un periodo particolare come quello che stiamo vivendo, che ci costringe a restare molto più tempo in casa rispetto al passato, Annalisa Baldi ci spiega come il legame con le proprie radici e la propria terra si rinsaldi.

Annalisa ci racconta: “In ‘Domani verrà’ il concetto di attaccamento alle proprie origini l’ho espresso attraverso le immagini del video che sono state girate in alcuni dei miei luoghi del cuore in Umbria”.

Le collaborazioni importanti poi, il confronto con i personaggi molto conosciuti, le hanno ancor più fatto comprendere come ogni artista si sia formato e abbia sviluppato il proprio stile portando sul palco le peculiarità della propria terra di origine. Tra questi LaBaldi cita: “Morgan e il suo urban milanese, Franco Califano e la sua romanità, Pupo e la sua genuina simpatia toscana”.

“In radio dove lavoro come speaker (Radio L’Olgiata n.d.r.)” prosegue “inizialmente utilizzavo la dizione italiana. Poi lo stesso direttore mi ha chiesto di essere più naturale, di non aver timore di esprimere il mio accento umbro, perché è proprio l’elemento che mi contraddistingue, che mi rende unica e più vera”.

Conclude Annalisa: “Con ‘Domani verrà’ ritorno alle origini e riparto dalle mie radici, riscoprendo e apprezzando la bellezza della natura che ci circonda, della vita che continua, delle stagioni che si alternano e degli elementi, come la terra, il vento e l’acqua: essi stessi simboleggiano il cambiamento e la trasformazione. Lo ‘straordinario che si lega a realtà, di riflessi d’arancio, degli accenti diversi lo slancio'”.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*