Degrado, sopralluogo congiunto a Villa Palma Terni Città Futura era sul posto

Finalmente sembra esser vivo l'interesse ad approfondire tutte le vicende che riguardano quel luogo

Degrado, sopralluogo congiunto a Villa Palma Terni Città Futura era sul posto

Degrado, sopralluogo congiunto a Villa Palma Terni Città Futura era sul posto

Ieri mattina il curatore fallimentare della Spoleto Credito e Servizi (Scs) proprietaria di Villa Palma ha aperto le porte della stessa alla rappresentante della soprintendenza Dott.ssa Stefania Furelli e al comandante dei carabinieri tutela del patrimonio di Perugia, dott. Luca Nardelli

Con loro erano presenti il presidente dell Ass.terni città futura Michele Rossi e Francesco Canali che insieme a Giovanni Castellini Rinaldi seguono da sempre le sorti della antica dimora e che hanno sollecitato il sopralluogo odierno.

Il gruppo si è addentrato nella dimora stando attento a dove mettere i piedi tra calcinacci e puntelli ma con gli occhi ai soffitti che nonostante tutto ancora risultano impreziositi da meravigliosi affreschi.

La situazione appare molto compromessa ma ancora salvabile.

E’ un sopralluogo che riporta l’attenzione delle autorità preposte su di un bene di grande valore. E’ un giorno importante ed emozionante perché dopo anni di battaglie, di denuncie, esposti, di convegni e di pubblicazioni tematiche finalmente siamo riusciti a portare fisicamente la soprintendenza a villa palma… evidente anche la loro meraviglia nel constatare la bellezza della villa e dei suoi affreschi e lo sconforto nel vedere il cattivo stato di conservazione e di abbandono in cui versa nonostante il recente intervento di messa in sicurezza a garanzia della stabilità dell’edificio.

Finalmente sembra esser vivo l’interesse ad approfondire tutte le vicende che riguardano quel luogo.

Grande attenzione anche per tutto il materiale che negli anni abbiamo raccolto a testimonianza del valore della villa di cui ci è stata fatta richiesta dalle autorità presenti, compreso quello riguardante gli arredi che sono stati trafugati e di cui noi abbiamo documentazione fotografica grazie al continuo monitoraggio di questi anni e che avevamo comunque già segnalato con opportuno esposto molti anni fà”

Da quanto trapela dal sopralluogo di oggi la villa dovrebbe andare a vendita giudiziaria a breve ad un prezzo piuttosto appetibile visto anche il valore di tutta la proprietà circostante che a fronte della variazione al PRG,il famoso piano del 2004, consente volumi importanti per nuove edificazioni.

E’ forse arrivato il momento per salvare e poi valorizzare il bene? “Ci piace pensare ad un futuro acquirente pubblico che possa fare della villa un luogo di grande valore a disposizione della città”

ASS. TERNI CITTA’ FUTURA MICHELE ROSSI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*