Centaurus? A metà settembre sapremo di più sulla sua sorte

'Premesse teoriche per soppiantare le altre ci sono, ma va visto sul campo se ce la farà'

Centaurus? A metà settembre sapremo di più sulla sua sorte  

Centaurus? A metà settembre sapremo di più sulla sua sorte  

“Le premesse teoriche ci sono. Le prove in vitro dimostrano che Centaurus”, la sottovariante di Omicron BA.2.75, “avrebbe le carte in regola e il potenziale per soppiantare le altre. Ha dimostrato in provetta una capacità superiore di infettare. Ma va visto sul campo. Entro metà settembre avremo qualche indicazione sulla buona o cattiva sorte di Centaurus: sapremo se ce la potrà fare o verrà ricacciata indietro. Come è successo ad altre varianti che sulla carta avevano premesse altrettanto buone”.

A spiegarlo all’Adnkronos Salute è Mauro Pistello, direttore dell’Unità di virologia dell’azienda ospedaliera universitaria di Pisa, vicepresidente della Società italiana di microbiologia e tra i fondatori della rete di sequenziamento dell’Istituto superiore di sanità.

Uno studio in vitro dell’università dell’Insubria mostra che Centaurus ha una maggiore capacità di legarsi alle cellule dell’organismo e interagire con il recettore Ace2 . “Questa non è una novità, è lo stesso trend che si era visto per tutte le varianti precedenti – spiega – Lo avevamo visto in Alfa, poi per Delta e così via.

E’ un elemento che suffraga che Centaurus ha il potenziale per soppiantare le altre. Ma se questo basta va visto sul campo.
Centaurus, - Variante SarsCov2
Centaurus

Ricordiamo che c’erano anche altre varianti

E’ chiaro che poi questo vantaggio di Centaurus che emerge dagli studi in provetta va validato” nella vita reale. “Ricordiamo che c’erano anche altre varianti che avevano anche loro un quid in più e dovevano sulla carta fare grandi ‘guai’, dalla Beta alla Delta plus. In altri territori queste varianti sono diventate dominanti, ma da noi hanno fatto solo qualche caso sporadico”, puntualizza Pistello.

Covid: Bassetti, ‘affronteremo anche
inverno con Centaurus, non fare terrorismo’ 

“Centaurus dominante in inverno? Mi pare sia ampiamente atteso che possa prendere il sopravvento sulle altre, essendo la sottovariante di Omicron BA.2.75 più contagiosa” dalle prove emerse finora. “Se diventerà dominante la affronteremo come abbiamo affrontato la Omicron e ancora prima la variante Delta. Non credo si debba su questo del terrorismo”. A sottolinearlo all’Adnkronos Salute è Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova.
Matteo Bassetti, infettivologo
Matteo Bassetti

“Io personalmente – dice Bassetti– non ho mai fatto terrorismo delle varianti e non credo sia giusto farlo neanche con Centaurus”, riflette. “Non è minacciando la gente – e dicendo ‘guardate che arriva Centaurus’ – che la gente va a vaccinarsi e si mette la mascherina“.

E’ invece “offrendo rassicurazioni sul fatto che oggi i vaccini hanno coperto dalle forme gravi con tutte le varianti, e che abbiamo i farmaci necessari che ci servono per la gestione di Covid” che si fa capire loro come affrontare una nuova stagione col virus e l’importanza di proteggersi.

(Lus/Adnkronos Salute)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*