Unipegaso

Vandalismo contro chiesa Sant’Alò Terni CasaPound Italia denuncia ennesimo scempio

chiediamo inoltre che il consiglio comunale patrocini e promuova insieme con professionisti del settore che abbiamo in città corsi di autodifesa e Krav Maga

Vandalismo contro chiesa Sant'Alò Terni CasaPound Italia denuncia ennesimo scempio

Vandalismo contro chiesa Sant’Alò Terni CasaPound Italia denuncia ennesimo scempio
TERNI – È di questa notte l’ennesimo scempio perpetrato dai soliti vandali alla nostra città, questa volta a essere colpita la Chiesa di Sant’Alo’ che ospita la comunità romena Ortodossa. “Sono stati devastati i leoni – spiega in una nota Piergiorgio Bonomi, responsabile di CasaPound Terni – riempita di scritte la piazza e i cittadini abbandonati dalle forze dell’ordine che secondo quando riferito hanno consigliato di stare fermi a casa e fare finta di non vedere!”.

Città è completamente in mano a bande di teppisti

“Di fatto – prosegue Bonomi – la città è completamente in mano a bande di teppisti che operano indisturbati nella notte, al degrado e alla criminalità. Se lo Stato e l’amministrazione non sono in grado di tutelare la sicurezza cittadina siamo pronti a farlo noi. Inizieremo da subito una raccolta di firme contro l’accattonaggio molesto e il bivacco per scoraggiare mendicanti molesti e clandestini, e contestualmente stiamo lavorando per mettere in strada controlli notturni dei cittadini nei quartieri, e chiediamo inoltre che il consiglio comunale patrocini e promuova insieme con professionisti del settore che abbiamo in città corsi di autodifesa e Krav Maga”.

TANTE SEGNALAZIONI AL SINDACO MA…

“Troppe volte infatti abbiamo democraticamente chiesto al Sindaco di Terni più telecamere, più sicurezza, più uomini nelle strade, un controllo dell’immigrazione e l’espulsione dei clandestini esattamente come previsto dal nostro programma per le Comunali ma nessuno ci ha ascoltato e il nostro primo cittadino sembra essere attento solo ad accendere nuovi inceneritori ed alzare il costo delle strisce blu. Situazioni drastiche – conclude il responsabile di CasaPound – impongono decisioni drastiche. Non possiamo più tollerare che ogni giorno nella nostra città ci sia un bollettino di guerra composto da clandestini che tentano di violentare minori,vandali che uccidono animali alla passeggiata e devastano monumenti e tanto altro. Diciamo basta e reagiamo!”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*