Scuole Sicure anche a Terni, dal Viminale 46mila euro per sistemi di videosorveglianza

Scuole Sicure anche a Terni, dal Viminale 46mila euro per sistemi di videosorveglianza

Scuole Sicure anche a Terni, dal Viminale 46mila euro per sistemi di videosorveglianza. Alessandrini (assessore Lega): “Così combattiamo lo spaccio” Dal Ministero dell’Interno sono in arrivo per la città di Terni circa 46mila euro nell’ambito del progetto “Scuole Sicure 2019-2020”. Lo rende noto l’assessore alla scuola del Comune di Terni, Valeria Alessandrini.

I fondi ministeriali potranno essere utilizzati per l’istallazione di sistemi di videosorveglianza, assunzione a tempo determinato di agenti di polizia locale, pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario del personale della polizia locale, acquisto di mezzi ed attrezzature e promozione di campagne informative volte alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Ringrazio il Ministro Matteo Salvini che con questa iniziativa conferma l’impegno concreto a favore degli amministratori locali – prosegue la Alessandrini – Quella del contrasto allo spaccio in prossimità delle scuole del territorio e della tutela degli alunni è una battaglia che sto portando avanti con decisione da molti mesi attraverso il progetto “I4school” realizzato in collaborazione con Questura e Prefettura.

La possibilità di questo finanziamento ci permetterà di accelerare i tempi e dotare gli istituti del ternano di un sistema di videosorveglianza esterno utile a debellare furti, atti vandalici e soprattutto identificare i venditori di morte che troppo spesso si piazzano fuori dalle scuole. Per questa gente la pacchia è finita“.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
10 − 2 =