Emergenza bomba, iniziate le operazioni di evacuazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Emergenza bomba, iniziate le operazioni di evacuazione
Via del Centenario

Emergenza bomba, iniziate le operazioni di evacuazione. Alle sei di questa mattina, come previsto, hanno preso il via ad opera dei volontari della Protezione Civile, le operazioni di evacuazione della zona di sicurezza presidiata dalle Forze dell’Ordine e dalla Prociv. Al momento non si registrano particolari problemi. Si ricorda che, al termine delle operazioni di evacuazione, tutta l’area sarà interdetta per consentire le attività di disinnesco.

Dispositivo pubblica sicurezza a protezione controllo dei 14 varchi zona rossa, 40 operatori polizia di stato, carabinieri, guardia di finanza, polizia municipale, impiegato anche reparto Prevenzione Crimine per attività antisciacallaggio.

LEGGI ANCHE: Sindaco Terni Leonardo Latini dà disposizioni area disinnesco ordigno bellico Cesi [Foto preparativi]

Si raccomanda a tutti i cittadini di seguire esclusivamente le indicazioni fornite dalle Forze dell’Ordine e dal personale della Protezione Civile. Si ricorda inoltre che prima verrà completata l’evacuazione, prima gli artificieri potranno mettersi al lavoro, prima si potrà rientrare nelle proprie abitazioni.

E’ stata firmata dal sindaco Leonardo Latini, una nuova ordinanza che disciplina l’evacuazione per la popolazione residente nel raggio di sicurezza che dal punto di ritrovamento della bomba, nei paraggi della stazione di Cesi, si estende per un chilometro e 800 metri.

Per le persone che hanno particolari problemi di salute e che hanno bisogno di assistenza l’evacuazione è iniziata dalla giornata di sabato su segnalazione.

L’evacuazione della zona individuata a rischio zona rossa n. 2, è più precisamente indicata nella planimetria.

“L’Amministrazione comunale – afferma il sindaco Leonardo Latini – rammenta che il provvedimento di evacuazione riguarda 11.331 ternani, residenti nel raggio di sicurezza che dal punto di ritrovamento dell’ordigno, nei pressi della stazione di Cesi, si estende per un chilometro e 800 metri. Si invita la popolazione a consultare il sito internet del Comune e a chiedere informazioni agli operatori presenti in zona che si trovano sul territorio interessato”.

Questo l’elenco delle vie e dei numeri civici interessati alla zona di sicurezza. Tutti i cittadini che hanno bisogno del pasto, per la giornata di domani, domenica 29 luglio, devono accreditarsi presso il Palatennistavolo Aldo De Santis in via Italo Ferri, 10 entro le 16 di oggi, sabato 29 luglio, per permettere all’Amministrazione di poter svolgere i necessari approvvigionamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*