Alloggi popolari Terni, la modifica specchietto per le allodole

Alloggi popolari Terni, la modifica specchietto per le allodole

Alloggi popolari Terni, la modifica specchietto per le allodole “La proposta di modifica del regolamento per gli alloggi popolari – dichiara il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti –  è l’ennesima prova che alla destra di governo non interessa tutelare prima i ternani ma solo rendere inospitale la città. Il motivo è semplice: se gli alloggi non sono sufficienti è perché l’amministrazione non intende investire su un piano di riqualificazione dell’edilizia popolare né intende prevedere il fondo di emergenza più volte richiesto.

La matematica inoltre non è una opinione. Se su cinquecento richieste gli alloggi disponibili sono 81 e gli stranieri a richiederli sono poco piu della metà, è di tutta evidenza che il fenomeno migratorio non c’entra nulla.

Insomma siamo davanti all’ennesimo specchietto per coloro che la maggioranza considera allodole, ma non lo sono, ovvero i ternani. Inoltre da notare che mentre se un consigliere comunale che non ha pagato i tributi può regolarizzare la sua posizione e restare in carica, chi ha bisogno di un alloggio popolare – secondo il regolamento – non potrà farlo. Insomma tutti gli animali sono uguali ma alcuni più degli altri. Fin quando continueranno ad abusare della nostra pazienza?”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*