Acquasparta, Bottegart festeggia il 1° anno della microlibreria So’Stare

Doppio appuntamento il 23 ottobre: mattina in piazza Cesi ad Acquasparta, pomeriggio nella frazione di Configni

Acquasparta, Bottegart festeggia il 1° anno della microlibreria So’Stare

Acquasparta, Bottegart festeggia il 1° anno della microlibreria So’Stare

Doppio appuntamento il 23 ottobre: mattina in piazza Cesi ad Acquasparta, pomeriggio nella frazione di Configni

A distanza di due settimane dall’ultimo partecipassimo appuntamento (Come l’Acqua e la Farina), che ha portato a Configni di Acquasparta il calore di tante bambine e tanti bambini e altrettante persone da tutta l’Umbria, l’Associazione Bottegart Aps festeggia il 1° anno delle microlibreria So’Stare – microeditoria del borgo consapevole, il progetto socio culturale che pone al centro della sua attività il ritorno alla relazione tra bimbi, ragazze e ragazzi ed adulti di riferimento.

Di Paolo Manetti – Associazione Bottegart Aps


Nonostante il lungo stop imposto dalle regole al contrasto covid che non hanno permesso alle associazioni il lavoro in presenza per diversi mesi, la microlibreria è riuscita a conquistare un piccolo spazio nel cuore dei suoi avventori ed oggi si appresta a celebrare la propria festa in omaggio al suo ispiratore, Gianni Rodari, di cui, non a caso, ne ricorre il compleanno (101, per esser precisi!)

https://www.umbriajournal.com/arte-e-cultura/la-microlibreria-di-configni-di-acquasparta-rilancia-la-sfida-della-prossimita-431694/


La giornata del 23 ottobre si tinge di mille colori ed inizia alle ore 10.30 in Piazza Federico Cesi, nel centro storico di Acquasparta.
Diversi angoli verranno allestiti con libri a terra ed all’interno di questi box letterari i volontari della Bottega insieme a madrelingua provenienti da diverse parti del mondo, attireranno la curiosità dei partecipanti con la musicalità dei differenti idiomi, leggendo fiabe, storie e leggende dei paesi di origine.
Le lingue e le culture proposte appartengono alla maggior parte delle etnie presenti sul territorio e daranno il piacere di immergersi in un vero e proprio “melt in pop” internazionale di suoni e colori.
Nel pomeriggio, alle ore 15 ed alle ore 16, nella piazzetta So’Stare a Configni, appuntamento con l’autrice Federica Bracarda la quale, con delle affascinanti letture animate, ci presenterà il suo ultimo lavoro letterario “Cocos, Pinomugo e altre storie di alberi”.
 
Il libro è stato pubblicato grazie al bando “Idee e Contenuti per Pubblicazioni sulle Tematiche Sociali e di Interesse per il Volontariato Annualità 2021/2022” a cura del servizio di Editoria Sociale del Cesvol – Centro Servizi Volontariato Umbria – Sede di Perugia che ha tra le sue finalità quella di promuovere azioni volte alla solidarietà e al volontariato attraverso attività culturali ed editoriali.
Il testo ci descrive uno scenario all’interno del quale, se non ci fossero le piante, l’essere umano, esattamente come qualsiasi altra specie animale, non potrebbe vivere. E in un pianeta sempre più inquinato gli alberi vanno più che mai curati e difesi. “Cocos, Pinomugo e altre storie di alberi” nasce proprio con l’intento di avvicinare le bambine e i bambini al mondo vegetale. Le sei storie, scritte da Federica Bracarda e illustrate da Francesco Montesanti, affrontano inoltre importanti temi come, la fiducia in sé stessi, il rispetto, l’inclusione e la solidarietà.
Per l’appuntamento del pomeriggio, solo in caso di maltempo, la prenotazione è obbligatoria (è pur sempre una microlibreria) specificando l’orario di preferenza.
Se bel tempo le attività si svolgeranno all’esterno senza necessità di prenotazione
Whatsapp al 3493119761

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*