118 Narni-Amelia, quasi conclusa riorganizzazione potenziamento servizio

 
Chiama o scrivi in redazione


118 Narni-Amelia, quasi conclusa riorganizzazione potenziamento servizio

Nuove sedi, potenziamento dell’organico e dei mezzi per un servizio fondamentale per il territorio

È in fase di ultimazione la riorganizzazione del 118 di Narni e Amelia con l’obiettivo di potenziare, grazie a importanti investimenti economici dell’Azienda Usl Umbria 2 in strutture, tecnologie e personale altamente qualificato, un servizio fondamentale per il comprensorio.

Nel territorio narnese amerino il servizio 118 dell’Azienda Usl Umbria 2 diretto dalla dr.ssa Donatella Granati (nella foto) è così strutturato: una automedica e quattro ambulanze infermieristiche operative h 24 (Narni Scalo, Avigliano Umbro, Amelia e Guardea) e due punti di primo intervento nei presidi ospedalieri di Narni e Amelia attivi h 12 diurni (con orario 8-20).

Il nuovo modello organizzativo, che si propone di garantire risposte più eque, efficaci ed appropriate alle richieste di soccorso ai cittadini, ha previsto l’istituzione, dal 1 marzo, dell’automedica e lo spostamento dell’ambulanza infermieristica dal presidio ospedaliero di Narni nel territorio. La sede dell’automedica si trova temporaneamente in via della Doga a Narni Scalo in attesa del previsto trasferimento, entro il mese di giugno, nella postazione già individuata a Fornole.

L’equipaggio è costituito da un medico e da un autista soccorritore e viene inviato dalla centrale operativa regionale in supporto alle ambulanze infermieristiche nei casi di gravità maggiore (codici rossi). L’automedica è dotata di tutte le strumentazioni previste dalle normative vigenti in materia di allestimento dei mezzi di soccorso avanzati.

La riorganizzazione basata sul potenziamento del servizio ha comportato un notevole investimento economico, di circa 150 mila euro complessivi, da parte dell’azienda sanitaria necessario per dotarsi di una nuova automedica, di un nuovo cardiomonitor defibrillatore con teletrasmissione di ECG presso l’Utic (Unità di Terapia Intensiva Cardiologica) dell’Azienda Ospedaliera di Terni per la gestione ottimale delle patologie tempo dipendenti nonché per l’allestimento delle sedi che ospitano le nuove postazioni.

Non appena completate le procedure concorsuali, l’equipaggio dell’automedica verrà ulteriormente implementato anche con la presenza degli infermieri in analogia a quanto già avviene nel Ternano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*