Sir Volley, Perugia espugna Calzedonia Verona al tie break

 
Chiama o scrivi in redazione


Calzedonia Verona vs Sir Safety Conad Perugia, 2ª giornata di ritorno, Campionato Italiano di Pallavolo Maschile Superlega Credem Banca presso AGSM Forum Verona IT, 16 gennaio 2020. Foto: Michele Benda [riferimento file: 2020-01-16/ND5_0257-llive]

Sir Volley, Perugia espugna Calzedonia Verona al tie break

Montagne russe a Verona per la Sir Safety Conad Perugia che, dopo due ore abbondanti di gioco, espugna al tie break il campo della Calzedonia tornando a casa con due punti importanti per la propria classifica.

La pausa natalizia fa perdere un po’ di ritmo ai Block Devils che mancano a tratti in continuità nella costruzione del gioco. Ma i ragazzi, sotto 2-1 nel conto dei set, tirano fuori orgoglio, attributi e voglia di vincere capovolgendo la situazione e chiudendo al quinto parziale con l’ace di Ricci.

Prima un match a più facce. Bellissima quella di Perugia nel primo set con la fase break che funziona al meglio e con pochissimi errori diretti. In calo quella del secondo e terzo con i bianconeri che diventano fallosi (11 errori gratuiti in entrambi i set) e con Verona che cresce trascinata da Boyer e Solè.

Heynen in avvio di quarta frazione scuote i Block Devils che reagiscono al meglio, limitando nuovamente gli errori e ritrovando continuità al servizio e soprattutto nella correlazione muro difesa con Leon ed un ottimo Lanza che finalizzano in contrattacco. Nel tie break lo strappo lo dà l’asso cubano-polacco che infila tre attacchi vincenti di seguito dal 5-5 al 5-8. È il break decisivo perché Perugia mantiene il vantaggio fino in fondo con un cambiopalla infallibile.

Sono proprio Leon e Lanza i migliori realizzatori nella metà campo bianconera. 20 punti a testa per i martelli umbri con Lanza (70% in attacco) che infila anche 4 ace mentre Leon chiude con 4 muri vincenti. Doppia cifra anche per Atanasijevic (16 palloni a terra), bene il gioco al centro con Ricci e Podrascanin, mentre riprende il 2020 come aveva chiuso il 2019 un super Colaci in seconda linea, dando solidità in ricezione (60% di positiva) e tirando su tutto in difesa.

Per Perugia dunque un rientro comunque positivo in Superlega ed all’orizzonte due incontri casalinghi ravvicinati e consecutivi con il match di domenica con Monza per la terza di campionato e quello di mercoledì con Padova per l’importantissimo quarto di finale di Coppa Italia.

IL MATCH

Ricci e Podrascanin al centro, Leon e Lanza in posto quattro. Queste le scelte di Heynen per la prima del 2020 dei Block Devils. Si parte con il muro vincente di De Cecco (0-1). Invasione aerea di Spirito, poi maniout di Leon (1-4). Lanza a segno in parallela (4-8). Ancora un break per Perugia dopo l’attacco out di Solè (5-10). Arrivano il muro punto di Ricci, l’ace di Lanza ed il contrattacco di De Cecco (6-14). Altro muro, stavolta di Leon (7-16). Verona accorcia con i punti di Boyer (12-19), ma i bianconeri tengono bene il campo e si avvicinano alla chiusura del set con Lanza (14-23). Leon porta i suoi al set point (15-24). Chiude Atanasijevic (16-25).

Seconda frazione con equilibrio iniziale e con Atanasijevic che chiude il pallone del 3-3. Ace di Leon, poi maniout di Lanza (3-5). L’ace di Boyer pareggia (6-6). Si gioca punto a punto con Atanasijevic che dà il doppio vantaggio a Perugia con un bel maniout (11-13). Le due squadre lavorano bene in fase di cambiopalla e la pipe di Lanza mantiene le distanze (15-17). Attacco out di Leon e parità (17-17). Atanasijevic a segno da posto due (19-20). Verona si porta a condurre dopo l’errore proprio di Atanasijevic (21-20). Ricci mette a terra il primo tempo del 22-22. Ace di Lanza (22-23). Perugia arriva al set point (23-24). Solè manda il set ai vantaggi (24-24). Diagonale vincente di Leon (24-25). Boyer pareggia ancora (25-25). Out Leon, stavolta il set point è per Verona (26-25). Ancora fuori Leon, la Calzedonia pareggia i conti (27-25).

Squadre a braccetto nel terzo parziale (5-5). Ace di Boyer, poi errore di Leon, Verona scappa via (8-5). Leon accorcia, Cester ristabilisce (10-7). Dentro Russo e Plotnytskyi, ma Perugia è molto fallosa (14-10). Ace di Boyer (17-12). Muro di Leon (17-14). Fuori Atanasijevic (19-14). In campo l’attacco di Muagututia, poi Solè (22-15). Il set è segnato per i Block Devils con Asparuhov che manda Verona a condurre (25-18).

Prova a reagire Perugia nel quarto set con Podrascanin e Lanza di nuovo in campo (0-2). Maniout proprio di Lanza che si ripete in contrattacco (1-4). Altri due sempre per il martello azzurro (2-6) che poi infila anche l’ace (3-8). A segno Leon (6-12). Ace di Asparuhov (10-14). Ricci chiude un bello scambio (10-16). Verona torna sotto con l’ace di Spirito (14-17). Tre di Leon (due attacchi ed un muro) per il 14-20. Maniout di Lanza (15-22). Ricci regala a Perugia il set point (16-24). L’errore al servizio di Kluth rimanda tutto al tie break (18-25).

Quinto set con Verona avanti (3-1). L’ace di Lanza pareggia subito (3-3). Contrattacco di Atanasijevic (3-4). Tre in fila di Leon (5-8). Colpo vincente di Atanasijevic (6-9). Chiude il primo tempo Podrascanin (7-10). Non è da meno Ricci (8-11). Ancora Ricci (9-12). In campo l’attacco di Leon (10-13). Il muro di Leon porta i Block Devils al match point (10-14). Chiude subito Ricci con il servizio vincente (10-15).

IL TABELLINO

CALZEDONIA VERONA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 2-3

Parziali: 16-25, 27-25, 25-18, 18-25, 10-15

CALZEDONIA VERONA: Spirito 1, Boyer 19, Solè 12, Cester 5, Asparuhov 10, Muagututia 15, Bonami (libero), Marretta, Chavers 1, Kluth, Aguenier. N.e.: Birarelli, Franciskovic, Donati (libero). All. Stoytchev, vice all. Simoni.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 16, Podrascanin 8, Ricci 11, Leon 20, Lanza 20, Colaci (libero), Zhukouski, Plotnytskyi, Russo, Piccinelli, Taht. N.e.: Hoogendoorn, Biglino (libero). All. Heynen, vice all Fontana.

Arbitri: Armando Simbari – Gianluca Cappello

LE CIFRE – VERONA: 20 b.s., 7 ace, 42% ric. pos., 15% ric. prf., 45% att., 4 muri. PERUGIA: 19 b.s., 6 ace, 44% ric. pos., 17% ric. prf., 53% att., 7 muri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*