Perugia calcio, 📸 [Foto] la meglio Next Generation

Perugia calcio, la meglio Next Generation

di Gianluca Drusian

Perugia calcio – Il Perugia NG batte la Juve NG e così tutti vissero felici e contenti. Sembra un romanzo di qualche autore del secolo scorso ma è così che è finita la gara giocata nel pomeriggio al Renato Curi. In mezzo a tanti giovani di belle speranze schierati da una parte e da un’altra, la partita tra le due compagini è stata solo a tratti divertente e lo è diventata soprattutto dopo il due a zero siglato al 55′ del secondo tempo dal difensore Lewis del Perugia NG. In quel momento, tolti i giocatori della Juve Ng, la squadra di Formisano schierava contemporanemante, Seghetti, Agosti, Souarè mentre successivamente trovavano posto in squadra anche Giunti e Cudrig.

Tutti questi giovani hanno fatto la loro bella impressione, tanto di cappello per il coraggio del tecnico che ha puntato su di loro ed un plauso anche ai giovani che, bando alle emozioni, hanno saputo dimostrare di essere della competizione ma ci vorrà ancora del tempo per poter definitivamente punatre su di loro. La Juve ng era infatti una squadra buona e che arrivava a Perugia da una serie di risultati utili importanti ma, era quasi una formazione “primavera” per cui la sua mancanza di epserienza ha per certi versi facilitato l’inserimento dei giovani umbri tra i giovani.

La precisazione può essere superflua ma, all’uascita dal Curi, si sentivano i commenti dei tifosi i quali manifestavano entusiasmo verso il nuovo corso che sembra aver intrapreso la società biancorossa. Ed allora, sarà pur vero che la storia del dare spazio ai settori giovanili è importante ma, il Perugia, se si vuole anzi vorrà perchè di futuro si parla (visto che il campionato di oggi è ormai pregiudicato) inserrla tra le squadre e le società dal blasone inportante e che vuole tornare tra le grandi, non può puntare solo al risparmio. Qualcuno sarebbe pronto immediatamnete a far sua questa “giustificazione”nel pianificare il domani ma alla tifoseria non può bastare (lo si è visto oggi con un Curi sempre più desolatamente vuoto e, nelle vicinanze, un palazzetto dello sport gremito con gente a fare la fila per entrare già due ore prima della gara di volley).

Il primo tempo del Perugia, schierato a sorpresa con Agosti a centrocampo al fianco di Torrasi in luogo di Iannoni e con Matos a rifinire dietro le due punte Sylla-Seghetti, non è apparso pimpante da subito. Era la Juve Ng a cercare per prima la rete ma, la difesa biancorossa, in manera efficace impediva ogni possibilità di entrare in area di rigore. Al 35′ si faceva male Dell’Orco e toccava a Souarè prenderne il posto.

Arrivava così la bella rete di Sylla al 44′ su suggerimento di quel Matos appositamente schierato come rifinitore dal mister che veniva festeggiata dal bomber biancorosso con una corsa ed una esultanza da porta a porta fino sotto la nord davvero particolare e simpatica. Al ritorno in campo i Grifoni, con Iannoni in campo in luogo di Matos, grazie al vantaggio acquisito sembravano più sicuri di sè e decisi tanto da sfiorare la rete di testa prima con Lewie e poi con lo stesso olandese, al 55′, pronto ad insaccare in rete una palla respinta dal portiere su tiro ravvoconato di Paz.

Il primo goal in biancorosso del difensore arrivato da poco a Perugia ed inseritosi subito bene all’interno del gruppo, era festeggiata da tutta la squadra con grande affetto e goiia.

La rete del due a zero di Lewis, bravo ad approfittare di una breve respinta del portiere avversario su tiro a rete di Paz, chiudeva ogni speranza e velleità avversaria. Anche se, Adamonis, ad onor del vero, in almeno due occasioni (al 59’su di Salifou ed al 71′ contro Da graca su colpo di testa ravvicinato) doveva dire no a vere occasioni da rete avversarie mentre il solito “palo di Formisano” impediva alla Juve ng di riaprire il risultato 69′ su tiro di Guerra.

Al termine della gara, da sottolineare ancora una volta l’eccessiva acredine di un arbitro che, ancora una volta,, cosa che ormai succede un pò troppo di continuo con il Perugia, ha ammonito giocatori biancorossi con troppa facilità. Dopo la giornata odierna, per il mister Formisano, grazie alla maggiore consapevolezza conseguta nell’aver visto all’opera i suoi giovani, il Perugia ha l’onere di provarci fino alla fine. Che sia terza posizione o altro non restano che i play-off da dover aspirare e da dover onorare con il massimo dell’impegno.

PROMOSSI: Sylla, Lewis Agosti, Souare, Adamonis

BOCCIATI: sotto tono Lisi anche se ha corso tanto ma ha anche sbagliato tanto ed anche Cancellieri che, come entrato in campo verso la fine, ha calciato tre palloni con una forza tale da sbagliarli tutti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*