Morto 007, Sean Connery e l’Umbria, l’Agente segreto tifava Marco Negri

 
Chiama o scrivi in redazione


Morto 007, Sean Connery e l'Umbria, l'Agente segreto tifava Marco Negri

Morto 007, Sean Connery e l’Umbria, l’Agente segreto tifava Marco Negri

Sean Connery era un grande appassionato di calcio. Da ragazzo l’attore scozzese tifava per il Celtic Glasgow ma l’amicizia con David Murray, storico presidente dei Rangers, ne ha cambiato la fede sportiva, tanto da assumere anche il ruolo di vicepresidente degli stessi Glasgow Rangers. E un legame 007 ce l’aveva con l’Umbria. Sì, perché, gli esperti di calcio narrano che l’attore di”Missione Goldfinger ” era sostenitore del Glasgow anche quando in forza con la squadra scozzese c’era Marco Negri, ex bomber preugino dell’era di Luciano Gaucci.

Nella stessa squadra andò, protagonista di una rocambolesca vicenda, a militare anche “Ringhio”; Gennaro Gattuso e, come scrive il Corriere dell’Umbria, proprio per calmare le acque il Glasgow acquistò Marco Negri che, come riporta il giornale online di Davide Vecchi, conobbe di persona il leggendario attore: Emozioni indelebili”, ha raccontato qualche anno fa Negri al giornalista Gianluca Di Marzio. Fra agosto e Natale 97 arriva a segnare 29 reti. Poi la magia svanì per un grave infortunio all’occhio a causa di un banale incidente durante una partita a squash. Ma tanti sono i ricordi in terra scozzese: su tutti l’incontro appunto con Sean Connery, morto sabato 31 ottobre 2020 all’età di 90 anni. Queste le parole di Negri a proposito dell’incontro con il tifoso più famoso dei Rangers: “Mi stavo fasciando una caviglia sul lettino prima di un’amichevole. Ero da poco rientrato in campo dopo il fattaccio – ha raccontato – . Lui era venuto a salutare il presidente, suo amico di vecchia data. Me lo presentarono e lui si illuminò. Mi chiese che fine avessi fatto, che cosa fosse successo dopo quell’inizio incredibile. Missione impossibile da spiegare, anche al re degli 007″. Un infortunio davvero arrivato sul più bello”.

  • Era affetto da tempo di Alzheimer. Se n’è andato in piena emergenza Coronavirus

Nasce a Fountainbridge, un sobborgo di Edimburgo, il 25 agosto del 1930 da Joseph Connery, un contadino e camionista scozzese figlio di immigrati irlandesi, e da Euphemia “Effie” McBain, una cameriera scozzese. Ha un fratello minore, Neil, anch’egli attore. All’età di undici anni inizia a prendere lezioni di danza; a sedici decide di lasciare la scuola e di arruolarsi nella Marina Militare Britannica. A questo periodo risalgono due particolari tatuaggi che si fa apporre sul braccio destro: “Scotland Forever” (“Scozia per sempre”) e “Mom & Dad” (“Mamma & Papà”). La sua esperienza nella Royal Navy si interrompe nel 1950, quando non supera le visite mediche per una grave ulcera gastrica ed è congedato./assocarenews.it

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*