IL FUOCO DEL “DRAGO”! NEMANJA PETRIC RIMANE IN BIANCONERO!

Petric

petric ancora alla sir(Umbriajournal.com) PERUGIA – È stato, senza tanti giri di parole, il protagonista indiscusso degli ultimi due anni della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia. Nemanja Petric, per tutti ormai solamente “Drago”, vestirà la maglia bianconera anche nella prossima stagione!
Il ventiseienne serbo, arrivato in Italia nel silenzio generale, ha saputo in due campionati diventare uno dei migliori posto quattro in circolazione, ritagliandosi anche un ruolo importante nella propria selezione nazionale con la quale si sta allenando in questo periodo in vista dell’estate internazionale.
Persona eccezionale e sempre disponibile, Petric ha avuto un miglioramento incredibile nei due anni al PalaEvangelisti. Merito certamente degli insegnamenti di Kovac e dei consigli di capitan Vujevic. Ma merito soprattutto delle sue enormi potenzialità e della sua grande voglia di emergere. Mai un lamento, mai una polemica, solo tanto lavoro. Ed i numeri dell’ultimo torneo di serie A1, il suo primo in carriera, sono un dato inconfutabile. Sesto nella classifica dei “bomber” (ma il primo dei martelli di posto quattro) con 346 punti a referto, percentuali sempre altissime di efficacia e soprattutto un numero di errori minimo (solo 26 su 665 attacchi). Tutto questo con il ruolo “scomodo” di primo attaccante bianconero, per cui spesso con il muro avversario ad attenderlo a passetto.
Questo il, recente, passato. Un futuro invece da scrivere ed ancora, come detto, a tinte bianconere:
“Sono molto contento!”, dice Nema dal ritiro della nazionale serba. “A Perugia ho vissuto due stagioni indimenticabili e spero che il prossimo, il mio terzo in maglia bianconera, sarà almeno sullo stesso livello. Ma io mi auguro che vada addirittura meglio!”.
Petric guarda con interesse al mercato di rafforzamento della società.
“Mi piace molto come la società sta costruendo la squadra. Mi sembra un bel gruppo con parecchia qualità. Spero che, facendo un buon lavoro in palestra, potremo creare problemi a tutte le nostre avversarie, anche alle big del campionato”.
Una squadra con una spiccata matrice serba!
“Mi fa molto piacere”, ammette Nema. “Conosco bene i nuovi arrivati, so che sono ottimi giocatori, molto umili e soprattutto persone giuste con tanta voglia di lavorare e tanta grinta da mettere in campo. Goran (Vujevic, ndr) ci farà da chioccia? Beh, credo proprio che lui con il suo carattere non avrà problemi…”, sorride Petric.
Da una Sir Safety Banca di Mantignana di matrice serba alla nazionale il passo è breve.
“Stiamo lavorando bene e siamo contenti di come ci siamo preparati per una stagione difficile. Siamo in partenza per Cuba perché nel fine settimana prende il via la World League”.
Prima di congedarsi, Petric ci tiene a dire un’ultima cosa.
“Voglio salutare tutti quanti a Perugia e soprattutto i nostri tifosi che ci stanno sempre molto vicini. Ci vediamo presto!”.
Eh si, Nema… Ci vediamo presto!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*