Cerimonia Consegna Sedia Scherma Paralimpica

Cerimonia Consegna Sedia Scherma Paralimpica

Cerimonia Consegna Sedia Scherma Paralimpica

Nella mattinata di oggi, il palazzetto della scherma Waro Ascensioni è stato il palcoscenico di un evento straordinario: la cerimonia di consegna della sedia per la scherma paralimpica. Questo momento, che ha visto la luce grazie alla generosa donazione del Club Terni Host Interamna San Gemini, Norcia, San Valentino e Narni al Circolo Scherma Terni, rappresenta un simbolo tangibile della solidarietà e del sostegno che caratterizzano la nostra comunità.

La formalità della consegna è avvenuta simbolicamente il 1 ottobre scorso, durante un momento di grande importanza per la nostra comunità. Durante l’aperitivo di benvenuto alla Nazionale Italiana paralimpica in occasione dei mondiali di scherma paralimpica, il Club Terni Host Interamna San Gemini, Norcia, San Valentino e Narni ha dimostrato il proprio impegno e la propria dedizione al supporto degli atleti paralimpici. Oggi, finalmente, si è tenuta la cerimonia ufficiale di consegna, con la presenza dell’atleta del Circolo Scherma Terni, David Spiga, e del maestro Daniele Anile, figure di spicco nell’ambito della scherma paralimpica.

A rappresentare il Club Terni Host, abbiamo avuto il privilegio di accogliere il presidente Cesare Di Erasmo, insieme ai membri Tommaso Vichi e Corso Viola. Il dottor Di Erasmo ha sottolineato l’importanza di questo gesto, affermando che “La zona del club è l’ 8b. Per noi è stato un piacere poter fare questo dono, questi fondi sono creati dalle quote dei soci, tutto ciò che è stato fatto quindi è a nome di tutti i soci. Non capita sempre di essere così uniti per le donazioni, questa proposta è stata interessante per l’ arricchimento della comunità totale.”

L’atleta Spiga ha enfatizzato l’importanza della donazione nel promuovere l’accessibilità allo sport paralimpico, dichiarando che “la carrozzina è fondamentale per un allenamento più completo e professionale. Questo circolo ha una storia alle spalle molto importante e io sono onorato di far parte di questa famiglia. A marzo avrò una gara integrata nazionale, è molto emozionante in quanto si ha l’opportunità di confrontarsi con tante realtà.” Alberto Tiberi presidente del CSTR ha aggiunto:

“Si parla sempre di integrazione, ma bisogna anche avanzarla in fatti, noi lo facciamo e vediamo una risposta di tutti gli atleti molto buona. Tutti i nostri atleti sono equilibrati, c’è la crescita, l’inclusione e il fare lo sport tutti insieme.” Il Maestro Anile ha sottolineato che l’allenamento presso il circolo coinvolge tutti gli atleti, sia quelli “in piedi” che quelli seduti, evidenziando così il valore dell’inclusione nel nostro ambiente sportivo. “La risposta dei nostri atleti è molto forte rispetto a tutte le altre società“, ha aggiunto. Questa cerimonia è stata molto più di una semplice consegna di una sedia per la scherma paralimpica. È stata una celebrazione della solidarietà, dell’inclusione e della determinazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*