Calcio, serie C, Perugia-Padova, uno scontro tra giganti

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia atteso da battaglia a Carpi si potrebbe contare su Burrai ed Elia

Calcio, serie C, Perugia-Padova, uno scontro tra giganti

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – Come il comandante di un esercito Fabio Caserta, alla vigilia dello scontro, dovrebbe incitare i suoi alla battaglia indicando a modello un guerriero perugino di inizi Cinquecento che, proprio a Padova, combattendo con coraggio e vittoriosamente per conto della Repubblica di San Marco contro i lanzichenecchi e gli altri alleati dell’imperatore Massimiliano – tanto da costringerli a ritirarsi, con la coda tra le gambe, dall’assedio pure posto con forze soverchianti tutt’intorno alla città veneta -, si é meritato il ricordo imperituro dei patavini con tanto di via titolata a suo nome accanto alla fortezza che difese così accanitamente da seminare strage tra gli avversari. Si chiamava, quell’eroe impavido, Zitolo da Perugia (Citolo per i veneti) e morì l’anno dopo, il 1510, affrontando – altrettanto intrepidamente – le truppe della Lega di Cambrai sotto le mura di Verona.

Contro la capolista guidata da Mandorlini (e zeppa di ex: Nicastro, Fazzi, Paponi) serve, infatti, una determinazione feroce in tutti i biancorossi, sia di quelli in campo, sia di quelli in panchina, che, come riserve logistiche, dovranno essere pronti, con l’indispensabile “animus pugnandi”, al momento di essere gettati sul terreno di gioco.

Un “elogio del sacrificio” merita Marco Moscati che, dall’infortunio di Sasà Burrai, si é caricato la croce sulle spalle, novello Simone di Cirene, comandando il settore di centrocampo. In un ruolo non suo e non nelle sue corde, il livornese (cui dovrebbe essere conferita la cittadinanza onoraria per quello che ha fatto per i colori perugini) ha fornito dimostrazione di umiltà, di determinazione, di servizio al gruppo e, perché no?, anche di qualità, sebbene diversa da quella del regista sostituito. Un lavoro oscuro, il suo, ma non per questo meno rilevante. Se dovesse lasciare oggi la bacchetta a Burrai, Moscati riceverà comunque il mio applauso virtuale. Quanto ha dato, difatti, in queste ultime giornate, non é un contributo scontato e insignificante.

“Rispetto per tutti, timore di nessuno”: questo lo slogan lanciato da Caserta per la gara contro la capolista. “Il Padova é stato costruito per vincere. Ed i numeri parlano chiaro: miglior attacco, miglior difesa. Rappresenta un bel collettivo e vanta un attacco con elementi di spicco: Nicastro, Bifulco, Paponi, gli ultimi due dei quali sono stati con me. Noi la giocheremo a viso aperto. Mandorlini e Sogliano dicono che i favoriti siamo noi? Li capisco. Il Perugia, gioca in casa, viene dalla B, conta su giocatori di categoria superiore. Ma non si nascondano dietro un dito… Diciamo che si affrontano due squadre di peso. Noi possiamo dire la nostra: vogliamo i tre punti”.

Murano non ha svolto l’allenamento del mattino. É stato tenuto a riposo perché accusa un fastidio sotto il tallone. Si vedrà domani mattina in quali condizioni si trova. Comunque é pronto Andrea Bianchimano (“Elemento affidabile”, assicura il tecnico).

Sotto osservazione ancora per qualche ora Burrai e Angella. Caserta non vuole cambiare assetto ed é difficile che rischi Angella rimasto fermo per diversi giorni. Diverso il discorso per Burrai, che non ha disputato partite, ma che sta bene. “Sono entrambi valori aggiunti – sottolinea l’allenatore – ma mi riservo ancora qualche ora per una decisione. É già importante averli a disposizione”.
Quando gli chiedono se firmerebbe per un pareggio arriva una risposta secca, decisa: “No. Non firmo per un pari. Mi gioco la gara per tutta la vita. Abbiamo qualche problema fisico e di numeri di giocatori a disposizione, ma veniamo da cinque risultati utili consecutivi. Toccherà al campo, a dire alla fine chi é stato più bravo o più fortunato”.

  • I convocati di Caserta sono 21 Chiamati Angella, Burrai e Murano

Sono ventuno i convocati Da Caserta per la partita col Padova (domani, mercoledì alle 17.30; diretta su RaiSport). In lista anche Angella e Burrai e Murano, le cui condizioni verranno valutate nella sgambatura di domenica mattina: FULIGNATI Andrea,mROSI Aleandro, FAVALLI Alessandro, SGARBI Filippo Lorenzo, ANGELLA Gabriele, MONACO Salvatore, BURRAI Salvatore, MELCHIORRI Federico, DRAGOMIR Vlad, MURANO Jacopo, BOCCI Lorenzo, SOUNAS Dimitrios, KONATE Amara, LUNGHI Alberto, MOSCATI Marco, VANBALEGHEM Valentin, BIANCHIMANO Andrea, BAIOCCO Paolo, FALZERANO Marcello, TOZZUOLO Alessandro, CANCELLOTTI Tommaso.
Probabile formazione (3-5-2): Fulignati; Rosi, Angella, Monaco; Cancellotti, Dragomir, Moscati (Burrai), Sounas, Favalli,; Bianchi ano, Melchiorri. All.: Caserta.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*