Calcio, serie B, due goal per tempo, il Perugia va giù a Palermo

Calcio, serie B, due goal per tempo, il Perugia va giù a Palermo

da Carmine D’Argenio
Calcio, serie B, due goal per tempo, il Perugia va giù a Palermo
Innesto di Gyomber in difesa non fortunato rispetto alla linea difensiva delle prime due gare. Becca anche l’ammonizione all’ennesimo tentativo mancato di uscire alto. Cremonesi che gli ha lasciato il posto, aveva mostrato maggior efficacia per senso di posizionamento e misura sugli avversari. Prima dello scocco del primo quarto, non supportato dalla fase di filtro in mediana, il Perugia vacilla sotto la costruzione di un corner avversario, da cui scaturisce il colpo di testa di Bellusci, che vince il blocco e infligge la prima ferita al Grifo.

È il 14′ e non passa molto che Nestorosvky ci mette il suo zampino di qualità. A metterci il suo, anche lo stesso Gyomber, che si lascia liquidare troppo rapidamente. Troppi metri al potente attaccante macedone che sferra il tiro da fuori. Gabriel superato ed al 18′ Palermo avanti di due goal.

L’altra scelta – Dragomir in luogo di Bianco – non contribuisce ad arginare l’insidiosa tre quarti avversaria. Manca la stretta ad imbuto ed i rosanero lì davanti vanno a nozze. Senza contromisure ospiti, il secondo tempo porta in dote al Palermo esattamente altre due marcature. Trajkovsky prima, al 58′ al seguito di una combinazione di squadra che mostra tutta la tecnica unita alla fisicità dei siciliani; ed invece i limiti in fase di verticalizzazione con avvio di lancio sbagliato di Verre, sulla cui controazione il Palermo ha costruito l’azione lavorata con sagacia tattica fino in porta.

E di nuovo Nestorovsky stavolta su rigore, prima del più classico dei goal bandiera di Dragomir all’80’. Quest’ultimo con licenza di libertà da incombenze difensive si proietta alla bella prima rete in serie B. Possibilità per il Perugia, dopo tanto stop di campionato, di riscattarsi con il Carpi già martedì davanti al proprio pubblico.

DOPO GARA

Melchiorri: “L’avevamo studiata per andarli a prendere alti. Ma probabilmente dobbiamo saper fare anche diversamente. Tuttavia dobbiamo credere nel nostro lavoro e continuare senza piangerci addosso quanto piuttosto con altra testa. Al di là della qualità dei singoli di fronte oggi”.

Nesta: “Siamo stati fragili. Abbiamo perso l’aggressività subito al primo goal. Abbiamo corso a due velocità sulle loro punte. Quando invece dobbiamo fare un tutt’uno compatto. Verre quando sta bene e’ importante per noi. Speriamo ritorni ai sui standard. Ma il centrocampo nostro lo ritengo all’altezza. Dobbiamo trovare equilibrio ed entusiasmo.

Il nostro percorso deve ancora trovare una leadership in campo. Anche il Cittadella oggi ha perso. Certo dal quarto d’ora in poi oggi non me piaciuto nulla. Ci vuole più senso di squadra. Ma sono convinto che con il tempo faremo un buon campionato”.

PALERMO-PERUGIA 4-1

Tabellino
Palermo-Perugia 4-1 (primo tempo 2-0)

Marcatori: 14′ Bellusci (Pa), 18′ Nestorovski (Pa), 58′ Trajkovski (Pa), 68′ Nestorovski rig. (Pa), 80′ Dragomir (Pg)

Palermo (3-5-2): Brignoli, Pirrello, Bellusci, Rajkovic, Salvi, Haas, Jajalo, Falletti (72′ Fiordilino), Aleesami, Trajkovski (65′ Murawski), Nestorovski. All. Tedino.

Perugia (3-5-2): Gabriel, Ngawa, Gyomber, El Yamiq, Mustacchio, Moscati, Dragomir, Verre (59′ Bianco), Falasco, Vido (69′ Bianchimano), Melchiorri. All. Nesta.

Arbitro: Francesco Forneau di Roma.

Ammoniti: 20′ Jajalo (Pa), 23′ Moscati (Pg), 40′ Gyomber (Pg)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*