Alessandro Nesta nuovo allenatore del Perugia playoff e campionato [Video]

 
Chiama o scrivi in redazione


Alessandro Nesta nuovo allenatore del Perugia play off e campionato

da Antonello Ferroni
Alessandro Nesta nuovo allenatore del Perugia playoff e campionato
Era seduto in tribuna e sembra manchi solo la firma, Alessandro Nesta – ex giocatore della Lazio – sarà il nuovo allenatore del Perugia calcio. La società del “Grifo” ha esonerato, come si sa, l’allenatore Roberto Breda, dopo il pareggio contro il Novara. 
Il suo secondo, a quanto si apprende, dovrebbe essere Lorenzo Rubinacci, ex allenatore della Primavera del Perugia dell’era dei Gaucci.

LEGGI ANCHE: Perugia Calcio, Roberto Breda esonerato, Alessandro Nesta nuovo allenatore

I due, insieme, per due anni hanno allenato la squadra del Miami, USA, vincendo un campionato ed uscendo ai playoff ai calci di rigore il secondo anno.

 

Alessandro Nesta
Alessandro Nesta.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187[1] cm
Peso 79[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 16 dicembre 2014 – giocatore
Carriera
Giovanili
1985-1995 Lazio
Squadre di club1
1993-2002 Lazio 193 (1)
2002-2012 Milan 224 (7)
2012-2013 Montréal Impact 31 (0)
2014 Chennaiyin 3 (0)
Nazionale
1994-1995 Italia Italia U-18 2 (0)
1994-1996 Italia Italia U-21 6 (1)
1996 Italia Italia olimpica 3 (0)
1996-2006 Italia Italia 78 (0)
Carriera da allenatore
2016-2017 Miami FC
2018- Perugia
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Germania 2006
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Belgio-Paesi Bassi 2000
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Oro Spagna 1996
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 novembre 2017

Alessandro Nesta (Roma19 marzo 1976) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensoreCampione del mondo con la nazionale italiana nel 2006.

Cresciuto nella Lazio, nella quale ha militato dal 1993 al 2002 vincendo due Coppe Italia, due Supercoppe italiane, un campionato italiano, una Coppa delle Coppe e una Supercoppa UEFA, nel 2002 si è trasferito al Milan dove in dieci stagioni ha conquistato una Coppa Italia, due Supercoppe italiane, due campionati italiani, due Supercoppe UEFA, due UEFA Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA. Dal 2012 al 2013 ha giocato nel Montréal Impact, vincendo un Canadian Championship, prima di chiudere la carriera nel 2014 con il Chennaiyin.

Con la nazionale italiana ha partecipato a tre Europei (199620002004) e tre Mondiali (199820022006), vincendo il Mondiale 2006.

Ritenuto uno dei più forti difensori della storia del calcio italiano[2], è stato incluso per tre volte tra i 50 candidati al Pallone d’oro, classificandosi quinto nel 2000.[3] Inoltre, nel 2004 è stato incluso nella FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi redatta da Pelé e dalla FIFA in occasione delle celebrazioni del centenario della Federazione internazionale, ed è risultato 47º nell’UEFA Golden Jubilee Poll, un sondaggio online condotto dalla UEFA per celebrare i migliori calciatori d’Europa dei cinquant’anni precedenti.[4]

 

Lorenzo Rubinacci (Pesaro20 aprile 1968) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, membro dello staff tecnico del Miami FC.

Ex calciatore della Vis Pesaro, inizia la sua carriera da allenatore nel Fano in Serie C2 conducendo la sua squadra alla salvezza.Stagione 1998 1999 allena l’Urbania nel campionato lega nazionale dilettanti conducendo la squadra alla salvezza, lanciando il giocatore Angelo Palombo.

Nel 1999 si trasferisce in Romania dove allena FC UTA Arad e Politehnica Timisoara. Nel 2001 torna in Italia alla guida della formazione Primavera del Perugia. Qui riesce ad ottenere un terzo posto al Torneo di Viareggio.

Dal 2005 al 2007 allena la Primavera dell’Arezzo prima del ritorno in Romania alla guida del Liberty Salonta. Nel 2007 diventa commissario tecnico delle formazioni Under-20 e Under-17 per la nazionale di calcio del Gambia[1] dove porta anche il collaboratore Franco Crescentini.

Nel 2008 è chiamato dal Lecce alla guida della formazione Primavera.

Nella stagione 2010-2011 è nello staff tecnico del Catania con la qualifica di collaboratore tecnico[2].

Dal 2011 svolge lo stesso ruolo ritornando al Lecce. Qui da dicembre ritrova Serse Cosmi, al Perugia come allenatore della prima squadra quando lui era tecnico della Primavera. Con il Lecce retrocesso in Serie B, nell’estate del 2012 segue Cosmi al Siena e in seguito anche al Pescara nel 2014 e al Trapani nel 2015 da vice allenatore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*