Fondazione Carit, nel 2021 contributi per 10 milioni

 
Chiama o scrivi in redazione


Fondazione Carit, nel 2021 contributi per 10 milioni

Fondazione Carit, nel 2021 contributi per 10 milioni

Ammonta a 10 milioni di euro la somma che la Fondazione Carit erogherà nel 2021 in favore di interventi istituzionali per il territorio. È questo, in sintesi, il dato che emerge dal Documento Programmatico Previsionale, approvato dal Comitato di indirizzo nella serata di venerdì 30 ottobre dopo aver ricevuto il parere unanime favorevole dell’Assemblea dei Soci riunitasi in videoconferenza nel primo pomeriggio della stessa giornata.

Nel 2021 il trend erogativo della Fondazione rimarrà invariato rispetto al 2020, malgrado le presumibili conseguenze negative sull’economia prodotte dalla pandemia in atto. Ciò grazie all’attenta e positiva politica di investimenti finanziari adottata dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione, che ha permesso peraltro di effettuare nelle misure massime tutti gli accantonamenti obbligatori e facoltativi previsti per legge.

L’importo di 10 milioni sarà ripartito tra i cinque settori rilevanti e quello statutario ammesso, tutti da tempo solida base di intervento e al momento ritenuti inamovibili, in quanto confermati anche all’interno del Programma pluriennale di attività 2021-2023.

SETTORI RILEVANTI
RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA 900.000,00
ARTE, ATTIVITA’ E BENI CULTURALI 2.300.000,00
SALUTE PUBBLICA MEDICINA PREVENTIVA E RIABILITATIVA 3.000.000,00
EDUCAZIONE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE 900.000,00
VOLONTARIATO FILANTROPIA E BENEFICENZA 1.000.000,00
SETTORE STATUTARIO AMMESSO  
SVILUPPO LOCALE 1.900.000,00
TOTALE 10.000.000,00

La Fondazione Carit continuerà a svolgere la propria attività istituzionale attraverso la realizzazione di iniziative proprie e l’erogazione di contributi indirizzati a progetti predisposti da terzi attraverso i bandi, pubblicati periodicamente.

Iniziative proprie

  • Attuazione di iniziative e progetti propri quali:
  • restauro di beni artistici e valorizzazione del patrimonio
  • mostre d’arte a palazzo Montani Leoni
  • concerti ed eventi culturali
  • pubblicazione di volumi e cataloghi
  • organizzazione di convegni e incontri di studio
  • acquisto opere d’arte
  • Costituzione di un Fondo grandi iniziative, che potrà essere utilizzato per importanti progetti di sviluppo locale, la Fondazione intende inoltre realizzare, in sinergia con le istituzioni locali:
  • interventi di recupero e valorizzazione di luoghi, edifici, strutture pubbliche, nonché progetti di rigenerazione urbana
  • manifestazioni sportive nazionali e internazionali, iniziative per il miglioramento delle infrastrutture e dei collegamenti ferroviari, programmi per insediamenti abitativi a Terni e per nuove strutture sanitarie

Bandi

I temi su cui si fonderanno i bandi potranno essere presumibilmente i seguenti:

  • sostegno al Terzo settore per il contrasto alle povertà, alle fragilità sociali e al disagio giovanile, nonché per la cura e l’assistenza agli anziani e ai disabili, puntando sul modello di welfare comunitario;
  • supporto alle scuole pubbliche per una formazione di qualità;
  • potenziamento delle manifestazioni sportive nazionali ed internazionali;
  • promozione di eventi musicali e di spettacoli teatrali;
  • sostegno di progetti di valorizzazione delle aree verdi, dei monumenti storici e delle piazze cittadine, possibilmente attraverso la combinazione di interventi di recupero e manutenzione degli spazi e della messa in opera di attività di socializzazione ludiche e culturali.

Tenuto conto dell’attuale crisi e delle difficoltà socio-economiche conseguenti alla diffusione della pandemia da SARS-Cov-2, la Fondazione sta anche valutando l’individuazione di iniziative proprie a livello locale, che possano investire vari settori di intervento, alle quali assegnare ulteriori risorse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*