Da oggi Orvieto è un Comune Covid-free, revocati provvedimenti

 
Chiama o scrivi in redazione


Da oggi Orvieto è un Comune Covid-free, revocati provvedimenti

Da oggi Orvieto è un Comune Covid-free, revocati provvedimenti

Coronavirus: Da oggi Orvieto è un Comune Covid-free. Revocati gli ultimi tre provvedimenti di isolamento nei confronti di cittadini residenti

  • Sindaco, Roberta Tardani: “Attualmente non ci sono residenti o domiciliati nella nostra città positivi al Covid-19. Test e tamponi però continuano. Nella ‘Fase 2’ la della ripartenza saranno i nostri comportamenti a fare la differenza. L’attenzione dovrà rimanere altissima, servirà responsabilità e prudenza”

Con apposite ordinanze, il Sindaco ha revocato nella giornata di sabato gli ultimi tre provvedimenti di isolamento contumaciale a cui erano sottoposti altrettanti residenti nel Comune di Orvieto risultati positivi al Covid-19.

Ad oggi sono dunque ufficialmente guariti, ovvero risultati negativi a due test consecutivi, tutti e 52 i residenti e domiciliati nel Comune di Orvieto che avevano contratto il Covid-19.

Da oggi Orvieto è un comune Covid-free – commenta il Sindaco, Roberta Tardaniuna notizia che non vedevamo l’ora di poter annunciare. Attualmente infatti non ci sono residenti o domiciliati nella nostra città positivi al Covid-19. Test e tamponi comunque continuano e, come è stato annunciato, la nostra città è tra quelle scelte dal Ministero della Salute per lo screening su asintomatici e immuni che partirà la prossima settimana”.

 “Complessivamente, dall’inizio dell’emergenza, abbiamo avuto 59 casi, 7 le persone che sono purtroppo decedute. A loro e alle loro famiglie va un pensiero particolare ma, mi si consenta anche un grande ringraziamento a tutti coloro che a vario titolo hanno gestito e stanno ancora gestendo questa emergenza con un immenso cuore e spirito di abnegazione.

Sono stati giorni difficilissimi non solo lavorativamente ma, anche emotivamente. Abbiamo affrontato una situazione mai provata prima, ci sono stati problemi e criticità che abbiamo cercato di affrontare e risolvere nell’interesse di tutti i cittadini”.

 “Ora, in questa ‘Fase 2’ – conclude – ci aspetta un’altra sfida altrettanto dura che è quella della ripartenza in cui saranno i nostri comportamenti a fare la differenza. L’attenzione dovrà rimanere altissima, servirà responsabilità e prudenza, lo abbiamo detto tante volte. Quella che ha guidato i provvedimenti delle ultime ore e le decisioni che prenderemo nei prossimi giorni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*