Barriere architettoniche, a Perugia un piano per l’eliminazione

 
Chiama o scrivi in redazione


Barriere architettoniche, all'Umbria nel 2020 tre milioni e 600 mila euro

Barriere architettoniche, a Perugia un piano per l’eliminazione

A Perugia i disabili, i ciechi, i paralitici, trovano continue barriere architettoniche che impediscono loro di muoversi nella città, che gli impediscono di attraversare la strada, andare in farmacia e di vivere una vita uguale a quella dei cittadini normodotati.

© Protetto da Copyright DMCA

Fortunatamente esistono due leggi: la legge 104 del 1992 e la legge 67 del 2006 che obbligano le amministrazioni comunali ad approvare un piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (PEBA) che garantisce a tutti i i cittadini, anche agli anziani e ai disabili, la libera circolazione in città e il libero accesso a tutti gli edifici pubblici e a tutti gli edifici privati di uso pubblico.

Chiediamo quindi al sindaco di Perugia Andrea Romizi di approvare con urgenza un piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche a Perugia così come previsto dalla legge 104 del 1992 e dalla legge 67 del 2006.

Firma la petizione

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*