Morti sulle strade, Konsumer Umbria, servono risorse per la sicurezza

 
Chiama o scrivi in redazione


Morti sulle strade, Konsumer Umbria, servono risorse per la sicurezza

Morti sulle strade, Konsumer Umbria, servono risorse per la sicurezza

«Sicurezza stradale: chiediamo al Partito Democratico il ritiro degli emendamenti Braga e De Maria sulla segnaletica stradale o al Parlamento di bocciarli. Ci risiamo, se non passa con la riforma del codice della strada lo si presenta nel Decreto “Rilancio” in discussione da martedì prossimo, 16 giugno 2020, in Commissione Bilancio della Camera. Ma il denaro destinato alla manutenzione della segnaletica sembra far gola a tanti, troppi; meno che a chi ne avrebbe diritto».

  • A scrivere è Konsumer Umbria, associazione dei consumatori, che inoltra una serie di richiesta.

«Non sono passate neanche due settimane dall’allentamento del lockdown che registriamo già un elevatissimo numero di morti sulle strade, in particolare sono gli investimenti pedonali a far più vittime. A Roma è scesa in campo direttamente la sindaca Virginia Raggi che annuncia un piano straordinario di attenzione sugli attraversamenti pedonali. Ma, tranne rare e virtuose eccezioni, la situazione in tutta Italia non è dissimile da Roma; se non è la segnaletica orizzontale è quella verticale a tener banco».

Lo testimoniano gli oltre 2,5 milioni di contatti avuti con il progetto #scatta il segnale e gli oltre 1000 cittadini che hanno inviato fotografie della segnaletica ormai inutile o inutilizzabile che si trova per le strade del nostro Paese. I cittadini vogliono sicurezza e sulla sicurezza non sono disposti a spogliare un altarino per rivestirne un altro.

Gli emendamenti fotocopia 116.05 Braga (Pd) e 116.06 De Maria(Pd) all’art.116 bis, mirano proprio a questo, secondo Konsumer, «togliere risorse alla sicurezza stradale per metterle altrove. Di fatto si dice che per 3 anni sono  sospesi i vincoli di destinazione degli introiti delle multe così come sono sospesi i vincoli, per gli Enti locali, di invio al Ministero di una relazione sulle modalità di spesa di quelle risorse, ma questo per 4 anni».

L’Umbria è una di quelle regioni che nell’ultimo biennio ha visto aumentare  sia gli incidenti  stradali che i feriti , in controtendenza rispetto ai dati nazionali;  bisognerebbe attuare un piano di azione a livello regionale per contrastare il fenomeno e prevenire gli incidenti stradali.

Fabrizio Premuti, Presidente di Konsumer Italia: ”Continuiamo a fare un passo avanti e due indietro, se fossimo in una gara di ballo  sarebbe normale ma giocando sulla pelle delle persone certe proposte contrastano sia con l’Etica, sia con il valore sociale che dovrebbe avere la politica” ed ipotizza: ”al primo morto per la segnaletica inadeguata,  credo che se certe indegne proposte passassero i nostri giuristi troverebbero il modo per denunciare per concorso in omicidio stradale chi le ha proposte, oltre agli Enti proprietari delle strade. Siamo certi che tutte le associazioni impegnate al sostegno delle vittime della strada saranno al nostro fianco”.

Konsumer Italia  e Konsumer Umbria chiedono al Pd il ritiro degli emendamenti in questione, al Parlamento la loro bocciatura, se ciò non avvenisse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*