Abusivi e accattoni in aumento a Perugia. Insorge la Lega

Flussi migratori in Umbria, nel 2018 ridotti del 30 percento
Genova, emergenza immigrazione. nelle strade aumenta il numero di migranti costretti a chiedere l'elemosina per garantirsi generi di prima necessità.

Abusivi e accattoni in aumento a Perugia. Insorge la Lega. La Lega Perugia torna a parlare di sicurezza. Dopo aver plaudito ai consiglieri regionali Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini per aver presentato una proposta di legge chiedendo l’abolizione dei contributi regionali destinati ai campi rom, il direttivo perugino affronta un tema di estrema attualità: accattonaggio molesto ed abusivi. “Ancora una volta, purtroppo, siamo costretti a riferire di cittadini infastiditi ostinatamente da stranieri dediti all’accattonaggio ed all’abusivismo – precisano GianLuca Drusian, GianLuca Taburchi e Claudio Pitti.

Le segnalazioni arrivano ormai numerose non più solo dai soliti luoghi mercato di Pian di Massiano, stazione di Fontivegge, incroci stradali con semafori e parcheggi ospedalieri, ma, questa volta anche da San Sisto, precisamente dalla zona delle poste, dove nei giorni scorsi gli anziani si sono recati per ritirare la pensione. Tra le persone costrette a slalom veloci per evitare l’accattonaggio, anche  Giovanni Ferrara militante Lega, che ha segnalato la presenza di numerosi stranieri presso le scale mobili del parcheggio di Via Pellini i quali ostacolano ed importunano i cittadini che si recano in centro e/o si fermano a pagare il parcheggio.

Lega: “Serve un piano ordinario che argini il problema”

Ferma restando la pesante responsabilità degli ultimi governi PD nell’aver causato tale situazione con un’immigrazione senza controllo, torniamo a chiedere all’amministrazione comunale di Perugia un piano ordinario che argini il problema in maniera concreta”

Commenta per primo

Rispondi