Mara Carfagna a Perugia, Governo Nazionale deve andare a casa prima possibile

Mara Carfagna a Perugia, Governo Nazionale deve andare a casa prima possibile

«Il Governo nazionale deve andare a casa prima possibile», lo ha detto la vicepresidente della Camera dei Deputati, Mara Carfagna. La forzista è intervenuta ieri alla residenza Posta Donini a Perugia, per sostenere la campagna elettorale di Andrea Romizi. «Sta paralizzando il nostro Paese – ha detto riferendosi all’esecutivo Conte – e lo sta riportando indietro, lo sta impoverendo e ci sta ridicolizzando sul piano internazionale».

Sull’ipotesi lanciata da Matteo Salvini relativa alla candidatura di Donatella Tesei alla guida dell’Umbria, Carfagna ha diplomaticamente glissato dicendo: «Sarà chi più di altri sarà in grado di realizzare il programma elettorale con cui il centrodestra si presenterà alle elezioni per la corsa alla guida della Regione dell’Umbria».

“Sono tutti nomi di valore, ma c’è bisogno di fare la sintesi, e di individuare il migliore in assoluto. Colui o colei che, meglio di altri, potrà garantire, stabilità, affidabilità, serenità, sviluppo economico valorizzazione del tessuto economico della Regione».

Mara Carfagna a Perugia, Governo Nazionale deve andare a casa prima possibile
Mara Carfagna

Per ciò che concerne le ultime vicende regionali (inchiesta sanità ndr) – ha detto: “Non infierirò, non sparerò sulla Croce Rossa, certo è che una presidente di Regione che si dimette, poi vota contro le sue dimissioni, quindi si dimette ancora, dimostra di essere assolutamente inadeguata. Questo è lo spettacolo che il Pd ha offerto a questa regione. Noi conquisteremo l’Umbria grazie alla forza delle nostre idee, dei nostri valori”.

«La campagna elettorale si fa sulle proposte e sui programmi – ha aggiunto -, e grazie alla forza dei nostri candidati. Quello che posso dire è che per la regione sarà il candidato migliore per guidare questa terra. Non importerà l’appartenenza partitica e spero che anche gli altri partiti ragionino in questa ottica».

Di fatto per Mara Carfagna ciò che conta, ed è convintissima, è che a Perugia Forza Italia farà un ottima figura sostenendo Andrea Romizi

Ha detto di essere “felice di sostenere Romizi, un giovane che è riuscito a espugnare Perugia dopo tanti anni di cattiva amministrazione della sinistra, garantendo efficacia, efficienza, trasparenza nell’azione amministrativa e dimostrando il buon governo che questo partito esprime. Cinque anni fa, Perugia si è liberata dalla cappa che ha mortificato le migliori potenzialità e Romizi ha tolto il coperchio dalla pentola trovando il peggio, ma è riuscito a ricostruire un’altra città. Sarà un ottimo sindaco anche per il futuro e sono certa che vincerà al primo turno“.

Poi, il discorso si è spostato sull’alleato, quello scomodo a livello nazionale, ma che regge e con cui Forza Italia governa bene sui singoli territori: la Lega.

«Credo nella grande responsabilità che ha Forza Italia di fermare la deriva estremista, che sta negando prospettive di sviluppo e crescita al nostro paese. Noi non saremo alleati dei sovranisti, di chi utilizza i simboli religiosi per la propria campagna elettorale. Non è questa la Lega che abbiamo conosciuto e con cui governiamo bene a livello territoriale».

 

 

Rassegna stampa

Commenta per primo

Rispondi