Ennesimo incidente mortale sulla Pievaiola, Comitato, adesso basta

in tempi rapidi del protocollo d’intesa per il miglioramento e adeguamento del tratto funzionale tra Strozzacapponi e Fontignano

 
Chiama o scrivi in redazione


Ennesimo incidente mortale sulla Pievaiola, Comitato, adesso basta

Ennesimo incidente mortale sulla Pievaiola, Comitato, adesso basta

Adesso basta! Il Comitato Pievaiola, che da sempre si batte per la sicurezza stradale e la realizzazione in tempi rapidi del protocollo d’intesa per il miglioramento e adeguamento del tratto funzionale tra Strozzacapponi e Fontignano della Pievaiola SS 220, torna a farsi sentire e questa volta alza la voce.

L’azione continua di sollecitazione esercitata dalcomitato verso Regione, Provincia e Comuni, anche attraverso la promozione di una petizione popolare che nel 2017 che ha ottenuto circa quattromila firme, ha dapprima fatto ripartire e poi fatto accelerare tale protocollo che ha portato alla realizzazione di molti progetti.Il Comitato Pievaiola è nato nella “rete” da un gruppo di cittadini che hanno a cuore la sicurezza stradale, guidato dal suo portavoce Augusto Peltristo.

“Molte persone – esordisce Peltristo – si ricordano delle problematiche stradali solo quando avvengono tragedie, la sicurezza stradale lo ripetiamo da anni, è una priorità da perseguire ad ogni costo, perché le strade le percorriamo tutti, nonni, genitori, figli e nipoti”. “Ognuno di noi – aggiunge Loretta Papalini- deve tendere alla sicurezza, a partire da tutte le Istituzioni e non solo quelle proprietarie delle stradeche hanno il compito della manutenzione ordinaria e straordinaria, ma anche noi che le percorriamo dobbiamo avere un comportamento corretto, rispettando le norme del codice della strada, ma allo stesso tempo esigere che vengano messe risorse importanti per la continua manutenzione stradale”.

  • “Nel contempo – aggiunge Barbara Mariucci – dobbiamo fare in modo che i progetti approvati giungano alla loro realizzazione nel più breve tempo possibile e rendere così le strade più sicure”.
  • “Inoltre – conclude il Portavoce –chiediamo che sulle nostre strade, come già esortato in precedenza alle autorità competenti, ci sia maggior controllo e sorveglianza da parte delle forze dell’ordine”.

Il Comitato rinnova la sua vicinanza a tutte le famiglie che hanno perso i propri i cari vittime della strada.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*