Cittadinanza onoraria ai minori stranieri di Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione


Affido minori a rischio, M5s Terni, no a scuse per nuovi ltri tagli

Cittadinanza onoraria ai minori stranieri di Perugia

“Conferire la cittadinanza onoraria ai minori stranieri residenti a Perugia sarebbe un atto giusto e di grande valore simbolico, nella direzione di una necessaria modifica dell’attuale normativa italiana sulla cittadinanza, che produce ingiustizia nei confronti di centinaia di migliaia di bambini, nati e cresciuti in Italia, ma considerati ciò nonostante stranieri”. Ad affermarlo alla vigilia del consiglio comunale della città di Perugia, nel quale verrà discussa la proposta avanzata dai consiglieri di opposizione sul “Conferimento della cittadinanza onoraria ai minori stranieri residenti a Perugia”, è il comitato Io Accolgo Umbria, che raggruppa organizzazioni della società civile, enti e sindacati e cittadine/i con l’obiettivo di favorire l’affermazione di una cultura della solidarietà e dell’accoglienza.

© Protetto da Copyright DMCA

“Oggi sono un milione i figli di immigrati che vivono nel nostro Paese. Tre su quattro sono nati in Italia. Più della metà ha meno di 8 anni. In 842mila vanno a scuola – afferma il comitato – ma sono tutti inchiodati a una vecchia legge del 1992. È tempo di mettere fine a questa grande ingiustizia, liberando queste bambine e questi bambini da regole assurde, che li costringono fino a 18 anni a restare stranieri nel proprio Paese, dipendendo dai permessi di soggiorno dei genitori. La città di Perugia, da sempre simbolo di inclusione e accoglienza, attraverso un forte gesto simbolico, potrebbe mandare un segnale importante, spingendo affinché le proposte di legge di modifica dell’attuale normativa sulla cittadinanza che giacciono in Parlamento, vengano finalmente portate in discussione ed approvate”, conclude il comitato Io Accolgo Umbria.

Aderiscono al Comitato #Ioaccolgo Umbria:
Acli, Anpi Todi, Altrascuola-Rete degli studenti medi Perugia, Asgi, Amnesty International Umbria, Arci, Centro per i diritti umani “Nelson Mandela”, CGIL, Action Aid, Chiesa Evangelica Valdese e Metodista in Umbria, Cidis onlus, Circolo Primomaggio, Circo Corsaro, Civiltà Laica, Community Center della Diaconia Valdese, Comunità di Sant’Egidio, Cooperativa Ponte Solidale, Coordinamento per la pace e i diritti umani e l’ambiente-Spoleto, Cris-centro ricerca e intervento sociale, Emergency Perugia, Fidem, Fondazione Capitini, Legambiente, Libera, Libertà e Giustizia, Masci, Migrantes Diocesi Perugia-Città della Pieve, Nocera e Africa insieme, Omphalos LGBTI, Oxfam, Piano Terra Orvieto, Produttori di Pace aps, Refugees Welcome Umbria, Sinistra Universitaria – Udu

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*