L’Ospedale di Perugia assume. 134 a tempo indeterminato

Sanità in Umbria: un esodo di manager denuncia il Pd

L’Ospedale di Perugia assume. 134 a tempo indeterminato

Di Tommaso Benedetti

La Direzione dell’Ospedale perugino comunica che “è in corso la stabilizzazione di 134 operatori sanitari, amministrativi e tecnici dell’area del comparto e della dirigenza”. La nota del Santa Maria della Misericordia  continua affermando “122 stabilizzazioni riguardano il personale precario del comparto: 18 infermieri, 30 collaboratori amministrativi professionale, 1 collaboratore tecnico professionale informatico, 2 dietiste, 3 operatori tecnici specializzati –  autisti di ambulanza, 4 operatori tecnici specializzati – cuoco, 4 assistenti amministrativi, 4 ostetriche, 4 fisioterapisti, 40 operatori socio sanitari, 3 tecnici sanitari di laboratorio biomedico e 9 tecnici sanitari di radiologia medica che saranno assunti a tempo indeterminato”. Altre 12 assunzioni di dirigenti a tempo indeterminato “in corso di perfezionamento riguarderanno: 2 biologi, 1 cardiologo, 1 ematologo, 1 geriatria, 1 ginecologo, 1 neurochirurgo, 2 neurologi, 1 oftalmologo, 1 medico di chirurgia d’accettazione e d’urgenza e 1 dirigente amministrativo”.

“Con queste assunzioni – dichiara il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Giuseppe De Filippis – si conclude un percorso fa sul quale abbiamo investito molto con l’obiettivo di ridare a questa Azienda le risorse umane stabili di cui aveva bisogno. Vorrei sottolineare che oltre il 90 % del personale dipendente ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato e queste stabilizzazioni riducono al minimo fisiologico il contingente dei precari con contratti a tempo determinato. Si tratta del minimo necessario per garantire flessibilità ad una organizzazione complessa come quella dell’ospedale di Perugia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*