I saluti del commissario Onnis nel suo ultimo giorno di lavoro

 
Chiama o scrivi in redazione


I saluti del commissario Onnis nel suo ultimo giorno di lavoro

I saluti del commissario Onnis nel suo ultimo giorno di lavoro

Il commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Antonio Onnis, nel suo ultimo giorno di lavoro, ha salutto il personale sanitario e amministrativo, nell’Aula Magna del Polo Unico. Onnis ha sottolineato “ la grande esperienza umana maturata in oltre un anno di attività legata alle difficoltà incontrate durante un mandato complesso per difficoltà legate alla gestione della pandemia del Covid 19”.

Puntuale è arrivato il ringraziamento per quanti lo hanno aiutato nella gestione delle attività “ Grande è stata la collaborazione ottenuta da Istituzioni, Associazioni di volontariato, cittadini, donatori, aziende privati ,  che ci hanno sostenuto durante l’emergenza- ha sottolineato -. Il personale, poi, ha risposto  che ha ge offrendo  la propria disponibilità oltre ogni aspettativa, senza risparmio di energie fisiche d emotive. Desidero ringrazio in modo speciale il Sindaco di Perugia, Andrea Romizi e tutta la comunità perugina, che ho sentito molto vicini durante questi mesi”.

Onnis ha anche ripercorso brevemente le tappe salienti del suo mandato, sottolineando di aver messo sempre al centro l’attività assistenziale, i bisogni dei cittadini : “Anche quando in fase Covid è stata offerta ai pazienti oncologici la possibilità di interventi chirurgici salvavita in piena collaborazione con le Case di cura private, proprio per ottimizzare l’assistenza in casi salvavita ”  
Ospedale
Ospedale

Numerosi sono state gli attesti di apprezzamento da parte dei professionisti pronti con testimonianze che hanno gratificato Onnis, che ha così visto come il suo impegno ha dato frutti alla gestione della fase di emergenza.

Al saluto hanno partecipato anche il direttore sanitario Simona Bianchi e il direttore amministrativo Matteo Sammartino, i cui mandati si concludono con quello del commissario Onnis.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*