Guido Bertolaso in Umbria: “Regione ha lavorato bene, non perdere più tempo”

 
Chiama o scrivi in redazione


Guido Bertolaso in Umbria, la presentazione oggi alla stampa in streaming

Guido Bertolaso in Umbria: “Regione ha lavorato bene, non perdere più tempo”

“Io non posso fare altro che ringraziare ovviamente la presidente Tesei e tutta la giunta nel suo complesso per avere immaginato che un mio contributo potesse essere utile ad affrontare questo problema così complesso e così difficile anche in questa regione, non così drammatico come purtroppo stiamo già registrando in altre regioni del nostro paese”. Guido Bertolaso apre così il suo discorso durante video-conferenza stampa sul piano di contenimento e degli interventi emergenziali per l’utilizzo della rete ospedaliera. L’ex capo della prociv nazionale affiancherà, grazie alla sua esperienza, la task force della Regione, istituita per fronteggiare la pandemia, anche nell’attivazione di un ulteriore piano di salvaguardia. La sua consulenza sarà a titolo gratuito.

“Lo faccio volentieri – ha detto Bertolaso – come l’ho fatto ovviamente con grande piacere in Lombardia, nelle Marche e in Sicilia, quindi, sono qui e ho ascoltato questa presentazione. Mentre ascoltavo riflettevo che questa regione, l’Umbria, è una sorta di miniatura del nostro paese nel suo complesso”.

Si complimenta con la Regione: “Abbiamo tutti verificato che qui si è lavorato in modo molto attento, preciso, anche immaginando quali sono gli scenari futuri, ma abbinando ad ognuno di questi possibili scenari già le risposte ed interventi che devono essere messi in pratica da subito per cercare di prevenire le complicazioni e le difficoltà che potremmo trovarci davanti il 15 novembre, piuttosto che i primi di dicembre. Forse questo gioco di squadra che qui si sta portando avanti con grandissima disponibilità e con la collaborazione da parte di tutti potrebbe essere una delle soluzioni vincenti per affrontare bene questo drammatico problema per il paese. Abbiamo purtroppo perso del tempo quest’estate, oggi ci troviamo a inseguire una situazione che potevamo anche gestire e prevenire meglio di quello che è stato fatto. Quello che è importante oggi è non perdere più tempo. In emergenza – aggiunge – il tempo è il fattore più importante, determinante, bisogna conoscere la situazione, vedere che cosa può accadere, bisogna immaginare come agire per contrastarle, ma bisogna decidere e farlo subito. Questo è quello che stanno facendo qui a Perugia.

Ed infine conclude dicendo: “Io darò il mio modestissimo contributo perché devo dire che hanno lavorato benissimo. Sono ben lieto di farlo, abbiamo già immaginato una serie di altre operazioni che si possono fare nel caso lo scenario dovesse peggiorare. Penso che questa regione sarà attrezzata per affrontare i prossimi mesi che non saranno purtroppo mesi facili perché come dicono ormai tutti oggi, qualcuno lo diceva anche qualche mese fa, davanti non abbiamo l’estate, ma abbiamo l’inverno e quindi prepararsi bene immaginando anche gli scenari peggiori, è saggio ed è nostro dovere nei confronti dei nostri concittadini”.

“Una garanzia per il tema delle emergenze e ci aiuterà anche nel raccordo tra sanità e protezione civile” ha spiegato la governatrice.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*