Contagi covid in Rsa Terni, chiediamo alla Procura di fare chiarezza

Oltre la metà degli anziani ospiti positivi ed anche due operatori contagiati

 
Chiama o scrivi in redazione


Anziani e RSA infermieri pronti a nuova assistenza cinque punti cardine
blitz quotidiano

Contagi covid in Rsa Terni, chiediamo alla Procura di fare chiarezza

 Nuovo esposto alla Procura in merito ai contagi da Covid19 all’interno delle Rsa. Questa volta l’iniziativa dell’associazione Codici è rivolta alla struttura di Terni, dove è scoppiato un focolaio, con oltre la metà degli anziani ospiti positivi ed anche due operatori contagiati.

© Protetto da Copyright DMCA

La situazione – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – sta destando grande preoccupazione. Gli anziani erano stati sottoposti al vaccino poco tempo fa e quindi c’è il sospetto che possa trattarsi delle varianti. Leggiamo che sono stati avviati i protocolli per monitorare i pazienti, ma riteniamo doveroso che venga anche fatta chiarezza sul prima.

Per questo abbiamo predisposto un esposto alla Procura, perché a nostro avviso bisogna risalire alle cause che hanno portato ai contagi, capire perché si è arrivati a questa situazione. È dall’inizio della pandemia che stiamo portando avanti questa azione volta a fare luce sui contagi nelle Rsa, fornendo assistenza ai familiari degli anziani ospiti che, giustamente, vogliono sapere cosa è successo, perché i propri cari non hanno ricevuto un’assistenza adeguata”.

Interrogativi che necessitano di una risposta e per averla Codici ha deciso di rivolgersi alla Procura, come già fatto per altri casi analoghi. Tante, infatti, le segnalazioni che continua a ricevere l’associazione, impegnata a fornire assistenza legale. È possibile mettersi in contatto con Codici telefonando al numero 06.55.71.996 oppure scrivendo all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.
UFF STAMPA CODICI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*