Il vescovo di Terni, Giuseppe Piemontese, ha presentato le celebrazioni Valentiniane


Scrivi in redazione

Il vescovo di Terni, Giuseppe Piemontese, ha presentato le celebrazioni Valentiniane

Il vescovo di Terni, Giuseppe Piemontese, ha presentato le celebrazioni Valentiniane

di Rossano Pastura
“Per Amore. Dalle relazioni ferite alle relazioni risanate
”. Sarà questo il tema delle Manifestazioni Valentiniane organizzate dal Comitato Diocesano per la festa di San Valentino, che il vescovo di Terni, Padre Giuseppe Piemontese, ha illustrato nel corso di una conferenza stampa tenutasi in mattinata a Terni.

Piemontese ha tenuto a precisare che la conferenza stampa ed il programma illustrato non sono in contrapposizione con quello civile che verrà presentato dal Comune, ma ha tenuto a ribadire che “l’aspetto religioso dovrebbe essere quello intorno al quale ruota tutto il resto, comprese le manifestazioni civili e culturali”.

San Valentino è stato un grande santo, una manifestazione suprema di amore – ha detto -, un martire che ha donato la propria vita per amore: amore verso Dio, ma anche amore verso gli altri, verso i giovani e gli sposi. Ed amato così tanto la sua missione, fino a donare la propria vita”.

Il porporato ha voluto sottolineare con forza il tema portante del programma spirituale ed ecclesiastico, che è incentrato “sulla famiglia, in particolare su quelle famiglie in crisi nelle relazioni interne, che vogliono però curare questi aspetti. La famiglia è un complesso di relazioni fra tutti i suoi membri che devono promuovere, inseguire, ricercare relazioni di gioia e felicità. Ma quando questo non è possibile, quando questo non avviene, deve sapere come poter curare queste relazioni”.

Ricordiamo, su esplicita richiesta di sua eccellenza il Vescovo di Terni, Padre Giuseppe Piemontese, le vie interessate dalle due processioni

INDICAZIONI
Processione dell’8 febbraio, dalle ore 20,30 alle 22,30 per il trasporto dell’urna dalla Basilica alla Cattedrale Via Papa Zaccaria – via S. Valentino – via Serrati – via F. Turati (intersezione via di Vittorio e Lungonera Savoia) – Corso del Popolo (intersezione via Lattes e via Vittime delle Foibe) – via dell’Annunziata – é.za Briccialdi – via del Vescovado – P.za Duomo. Processione del 09 febbraio dalle ore 11,00 alle ore 12,30 per il ricollocamento dell’urna dalla Cattedrale alla BasilicaPiazza Duomo – via Aminale – Corso del Popolo – p.za Ridolfi – p.za Europa – via Garibaldi – rotonda A. Filipponi – Lungonera Savoia – via Piave – via Martin Luter King – str. Delle Grazie – via fratelli Cervi – via G.M. Serrati – via S. Valentino – via Papa Zaccaria.

Il Vescovo ha ricordato le parole di Papa Francesco a rafforzare questo concetto. Nella esortazione apostolica sulla santità, il Pontefice ha ricordato che ogni santo è una missione, è un progetto del Padre per incarnare un aspetto del Vangelo.

“E allora – ha continuato il Vescovo – ci chiediamo quale è questo aspetto del Vangelo che S. Valentino ha evidenziato con la sua vita? Quello già ricordato prima: l’amore per Dio, per la chiesa, e soprattutto per i giovani, gli innamorati e per la famiglia”.

Padre Piemontese è poi passato ad illustrare il ricco programma di eventi religiosi che caratterizzerà il periodo valentiniano.

“Visto il tema scelto, saranno tre gli incontri dedicati alle famiglie” ha spiegato il Vescovo.

Si comincerà infatti il 1 febbraio con un incontro dal titolo “Quale cambiamento nelle relazioni intrafamiliari”. Si proseguirà poi il 13 febbraio con un altro incontro dal titolo “Quali vie per le relazioni familiari risanate”. Il terzo momento di riflessione si terrà invece il 4 marzo, e verterà su “Relazioni virtuose tra economia, sviluppo e bene comune”.

In tutti gli incontri, che si terranno alle ore 17,30 presso il museo diocesano, parteciperanno esperti e studiosi del mondo delle famiglie e delle loro varie sfaccettature.

“In particolare – ha sottolineato Padre Piemontese – l’incontro del 4 marzo farà da prologo all’evento voluto da Papa Francesco che si terrà ad Assisi dal 26 al 28 Marzo, dal titolo: L’Economia di Francesco. All’incontro di Assisi parteciperanno 2000 giovani operatori economici che parleranno di economia sostenibile, non solo dal punto vista ambientale, ma anche etico e religioso”.

“Fondamentali per questa festa i tre appuntamenti religiosi in cui celebreremo la grandezza del nostro Santo Patrono” ha aggiunto il prelato.

Si comincia l’8 febbraio con la fiaccolata per il trasferimento dell’urna del Santo dalla Basilica di San Valentino alla Cattedrale, per poi proseguire con il Solenne Pontificale di domenica 9 febbraio, a cui parteciperanno tutte le parrocchie della diocesi e le autorità civili e militari. In questa occasione il Sindaco di Terni accenderà la fiaccola nella Cattedrale e leggerà l’atto di affidamento della città al Santo Patrono.

Seguirà la processione per le vie della città con l’urna del Santo che verrà riposta nella Basilica di San Valentino.

Il Vescovo ha voluto ricordare il percorso delle due processioni, invitando i ternani che abitano nelle vie interessate ad addobbare le proprie abitazioni per rendere omaggio al Santo protettore della Città.

“Attraverso le vie della città – ha affermato Padre Piemontese – il Santo Benedice tutti i cittadini nei luoghi dove vivono. Per questo vi chiedo un piccolo segno di venerazione, che dia il senso della vicinanza della città a questo nostro protettore”.

Non mancherà poi la messa solenne del 14 febbraio nella Basilica di San Valentino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*