Raccoltissima 2019, dalle mani dei giovani alla tavola dei poveri

Interverrà il vescovo delegato ad omnia mons. Paolo Giulietti

Raccoltissima 2019, dalle mani dei giovani alla tavola dei poveri

Raccoltissima 2019, dalle mani dei giovani alla tavola dei poveri

Saranno presentati in conferenza stampa, martedì 19 marzo, alle ore 12, presso la Sala San Francesco dell’Arcivescovado di Perugia, due eventi quaresimali della Chiesa perugino-pievese: la mostra dal titolo “C’è qualcuno che ascolta il mio grido? Giobbe e l’enigma della sofferenza”; l’iniziativa “Raccoltissima 2019. Dalle mani dei giovani alla tavola dei poveri” promossa dalla Pastorale giovanile diocesana. Interverranno il vescovo delegato ad omnia mons. Paolo Giulietti, il direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile don Luca Delunghi e la dottoressa Alessandra Di Pilla, membro del comitato organizzatore della mostra dedicata al personaggio biblico.

            Il primo evento è promosso dalla Consulta diocesana delle aggregazioni laicali, in collaborazione con l’Associazione San Fortunato e la Cooperativa Sociale 153 Onlus (che opera all’interno della Casa Circondariale di Capanne). La mostra sarà fruibile dal 23 al 31 marzo, presso il Centro espositivo della Rocca Paolina di Perugia, con apertura al pubblico dalle ore 11 alle 19 (per visite guidate riservate a scolaresche, dalle ore 9 alle 11 nei giorni feriali, con prenotazioni sul sito: www.mostre.diocesi.perugia.it).

Si tratta di una significativa esposizione dedicata a un tema di particolare attualità che ha sempre interrogato l’essere umano, il problema del male e della sofferenza innocente: dai terremoti agli attentati terroristici; dalle persone che si trovano in uno stato di disagio sociale a quelle colpite dai grandi incidenti (non ultimo il ponte Morandi a Genova); dalle epidemie alla sofferenza dei bambini nelle guerre…

La mostra sarà anche il punto centrale di una serie di eventi (incontri, testimonianze, spettacoli) ad approfondimento del tema proposto. Questo evento propone anche ai ragazzi e ai giovani delle parrocchie una riflessione a partire dall’uomo di Nazareth, entrato nella storia come una Presenza buona che permette di fronteggiare la sofferenza.

            L’iniziativa della “Raccoltissima 2019” (di prodotti alimentari di prima necessità) è di valenza pedagogica e sociale nel coinvolgere molti giovani ad impegnarsi nel volontariato a favore del prossimo. Promossa in collaborazione con la Caritas e l’Ufficio missionario diocesano, questa iniziativa si propone di sostenere materialmente le attività dei quattro Empori della Solidarietà della Chiesa perugino-pievese dove settimanalmente si recano più di mille famiglie in difficoltà a causa della perdita del lavoro a fare la “spesa” scegliendo, come in un supermercato, i prodotti alimentari necessari al loro fabbisogno.

Dopo l’opera di volantinaggio-sensibilizzazione dei ragazzi davanti ai centri commerciali che hanno aderito all’iniziativa e nelle parrocchie, in calendario il 23 marzo, e il conferimento agli stessi del mandato per la raccolta da parte del cardinale Gualtiero Bassetti, che avverrà durante la tradizionale Veglia di preghiera di Quaresima in cattedrale, nella serata del 26 marzo, il 30 successivo, per tutta la giornata, avrà luogo la “Raccoltissima” anche porta a porta. Il giorno seguente (31 marzo) i prodotti saranno portati in una struttura della zona industriale di San Sisto, nelle vicinanze dell’Emporio “Divina Misericordia”, per il loro stoccaggio e successiva distribuzione, secondo le necessità, agli Empori. (Riccardo Liguori)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*