Due sacerdoti lasciano la tonaca per ragioni di cuore, succede a Città di Castello

Due sacerdoti lasciano la tonaca per ragioni di cuore, succede a Città di Castello

Due sacerdoti della parrocchia di San Pio X a Città di Castello lasciano la tonaca per ’ragioni di cuore’. Salgono così a tre i religiosi che in Umbria nelle ultime settimane hanno detto addio all’abito talare. Prima Don Riccardo Ceccobelli, 42 anni, ormai ex parroco di Massa Martana, poi Don Samuele Biondini, 50 anni e il suo vicario Don David Tacchini, di 40.

A dara la notizia ieri è stato il vescovo Domenico Cancian comunicando: “A partire da sabato 15 maggio 2021 la guida pastorale della Parrocchia di San Pio X in Città di Castello è affidata a Padre Giuseppe Renda OFM, guardiano del convento di San Giovanni Battista agli Zoccolanti, nominato Amministratore parrocchiale. Sono immensamente grato a Padre Francesco Piloni OFM, Ministro provinciale, per la sensibilità e la prontezza con cui l’Ordine dei Frati Minori si è reso disponibile, assicurando la mia vicinanza alla comunità parrocchiale”.

“Il presbiterio e tutta la comunità diocesana – si legge in una nota – accolgono con sofferenza e, allo stesso tempo, con rispetto la libera decisione di David e Samuele. Grati per il servizio svolto, preghiamo perché possano vivere serenamente la loro appartenenza ecclesiale, radicata nel Battesimo. Esprimo profonda gratitudine ai sacerdoti che con gioia si donano quotidianamente e per tutta la vita nel generoso esercizio del ministero in favore del popolo di Dio. Chiediamo al Signore il dono della fedeltà a tutte le vocazioni e per i due nuovi candidati al sacerdozio, che saranno ordinati nel corso di quest’anno. In prossimità della solennità di Pentecoste, invochiamo con fiducia una rinnovata effusione dello Spirito Consolatore perché si rafforzi la nostra fede. Ringraziando Papa Francesco perché recentemente ha annoverato tra i santi la nostra Margherita, proprio alla conclusione del VII Centenario della sua morte, imploriamo sulla nostra Chiesa tifernate l’intercessione dei fratelli e sorelle già nella gloria di Dio”.

«A seguito del comunicato della Diocesi di Città di Castello del 12 maggio 2021, nel rispetto delle scelte personali, accompagniamo con la preghiera questo momento difficile e di sofferenza che incide nella storia delle persone interessate e delle Chiese locali umbre». A dirlo è l’arcivescovo presidente della Ceu, mons. Renato Boccardo, nel commentare la notizia della decisione dei due sacerdoti diocesani di Città di Castello di rinunciare all’esercizio del ministero sacerdotale. «Siamo chiamati oggi più che mai – sottolinea il presidente della Ceu – a riscoprire e valorizzare il tesoro di vita cristiana che i nostri Santi e Beati ci hanno trasmesso lungo i secoli».

Era l’11 aprile quando Don Riccardo Ceccobelli, 42 anni, parroco a Massa Martana, rende nota alla comunità la sua scelta. Oggi Riccardo cerca di condurre la sua quotidianità come tanti altri. Frequenta Laura ma è tornato a vivere dai suoi genitori, a Pantalla. Cerca di costruirsi una professionalità: è in prova in un’azienda del posto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*