Unioni civili, Mattia Nannurelli, PD, come si comporteranno Latini e company

 
Chiama o scrivi in redazione


Terni-Rieti, Mattia Nannurelli (PD) propone un comitato di pressione interregionale

da Mattia Nannurelli (Candidato Consigliere Comunale PD Terni)
Unioni civili, Mattia Nannurelli, PD, come si comporteranno Latini e company Per ora il Governo del cambiamento si distingue come tale solo per la volontà di cambiare, in peggio, le conquiste sui diritti civili faticosamente raggiunte dal Partito Democratico attraverso, ad esempio, la Legge Cirinnà.

Come altro leggere le sconcertanti prime dichiarazioni del neo Ministro della Famiglia e della Disabilità Lorenzo Fontana: “Le famiglie gay non esistono”? Dichiarazioni peraltro già in parte ridimensionate dallo stesso Matteo Salvini a dimostrazione di come si mostrino evidenti le prime crepe di questa nuova, insolita e populista, forma di Governo.

LEGGI ANCHE: Omphalos, auguri coppie e vigileremo applicazione legge

La cosa che trovo più sconcertante è la discriminazione verso le persone con disabilità, a cui si dedica apposito Ministero – definito appunto “della disabilità” – a riprova di come sia lontano dalla sensibilità di questi soggetti la necessità di attuare reali politiche di inclusione.

Discutono di diritti laddove sono chiare le divisioni tra Lega, M5S e Popolo della Famiglia non solo sulla Legge Cirinnà ma anche sulle politiche per le persone con disabilità. Mi chiedo come questo presunto Governo del cambiamento possa avere ripercussioni a livello locale dove ad esempio nella coalizione che sostiene il candidato del centrodestra è presente un partito come il Popolo della Famiglia che si propone dichiaratamente “no gender”.

Come si comporterà il neo Leonardo Latini sindaco di Terni, qualora fosse eletto, con le coppie omosessuali e non solo che chiederanno il riconoscimento dei loro diritti già previsti dalla Legge Cirinnà in tema, ad esempio, di unioni civili?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*