Minori Straniere al Cas di Todi, indignata garante infanzia Maria Pia Serlupini

Minori Straniere al Cas di Todi, indignata garante infanzia Maria Pia Serlupini

Minori Straniere al Cas di Todi, indignata garante infanzia Maria Pia Serlupini

Dal Garante regionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Maria Pia Serlupini, riceviamo e pubblichiamo una dichiarazione circa l’intervento del vicesindaco di Todi in merito al Centro di accoglienza straordinaria, pubblicato da alcuni organi di informazione:

“In merito all’articolo riferito alle Minori Straniere non Accompagnate presenti nel CAS di Todi, voglio esprimere la mia profonda indignazione come Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Umbria, ma anche come donna e cittadina, per quanto scritto dal Vice Sindaco della città di Todi, Adriano Ruspolini, nonché per i termini e i paragoni da Lui utilizzati.

Il nostro Paese e la nostra Regione hanno una lunga storia di accoglienza ed inoltre vorrei ricordare a Lui, che rappresenta un’Istituzione, ma anche a tutte e tutti coloro che se ne fossero dimenticati, che l’Italia ha firmato la Convenzione ONU del 1989 sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (ratificata nel 1991 con la legge 176) e che dal 2017 con la legge 47 è stato ribadito che i Minori Stranieri non Accompagnati non solo non possono essere respinti ma che, una volta nel nostro Paese, godono degli stessi diritti dei loro coetanei Italiani e degli altri Paesi dell’Unione Europea”.



L’agenda degli appuntamenti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*