Marco Cosimetti ha presentato la sua candidatura a sindaco di Assisi

Oggi il centrodestra si è finalmente riunito e questa è stata la condizione di partenza

 
Chiama o scrivi in redazione


Marco Cosimetti ha presentato la sua candidatura a sindaco di Assisi

Marco Cosimetti ha presentato la sua candidatura a sindaco di Assisi

“Sono un candidato civico che si mette a disposizione della città dove sono nato e dove vivo insieme alla mia famiglia per far sì che questo territorio sia il primo a ripartire dopo la crisi che stiamo vivendo”. Con queste parole Marco Cosimetti, 45 anni, ha presentato la sua candidatura a sindaco di Assisi nella Sala della Conciliazione del palazzo comunale. “Nella mia vita non ho mai fatto politica, né sono mai stato iscritto a un partito. Sono stato prima un lavoratore e ora un manager e imprenditore e per Assisi ho un amore incommensurabile”, ha detto di sé Cosimetti.

“Oggi il centrodestra si è finalmente riunito e questa è stata la condizione di partenza per cui ho deciso di intraprendere questo percorso: in coalizione ci saranno Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, una mia lista civica, Cambiamo con Toti e siamo disposti a dialogare anche con altre forze politiche”, ha spiegato a proposito della composizione della coalizione che lo sostiene.

“Assisi è una città meravigliosa, ma le serve un fascino di modernità. In questo senso abbiamo bisogno di idee nuove e non solo di vivere su rendite di posizione provenienti dal passato e queste possono arrivare da una visione strategica che la mia squadra saprà mettere in campo, ma anche da un ascolto costruttivo delle esigenze e dei bisogni della comunità. Io credo fortemente nella squadra e non nei solisti, che servono a poco.

I principi ispiratori del nostro programma, in questo senso, saranno incentrati sul rispetto dell’ambiente, su una mobilità sostenibile, sulla revisione certosina della spesa per recuperare risorse da investire, su una visione del turismo di prospettiva ventennale o trentennale, di obiettivi misurabili e quantificabili. Dobbiamo essere i primi a uscire da questa crisi: basta piangerci addosso, è necessario trovare soluzioni per il futuro, con la consapevolezza che nulla sarà più come prima.

La crisi, per questo, può essere un’opportunità e dobbiamo essere in grado di non farci trovare impreparati a nuovi scossoni. Non si può pensare di vivere di solo turismo, ma serve una forte domanda interna, insieme alla capacità di essere attrattori per i Comuni vicini e per il resto della regione”.

Parlando di altri punti del programma, Cosimetti ha evidenziato come “sia necessario puntare sulla riqualificazione urbana e degli edifici, evitando nuove costruzioni, ma puntando a un ‘consumo zero’ del suolo”, così come di investimenti “sulla formazione universitaria e post universitaria” e di una crescita “omogenea tra città e frazioni, che non devono essere lasciate indietro”.

Ad aprire la conferenza è stato il segretario regionale della Lega dell’Umbria, l’onorevole Virginio Caparvi, che ha sottolineato l’importanza dell’unità del centrodestra in questa campagna elettorale, ribadendo la vicinanza del suo partito e della giunta regionale “per far sì che Assisi torni la capitale del turismo e della religiosità di questa regione”. “Serve una visione di ampio respiro per questa città e noi abbiamo la massima fiducia in Cosimetti, una figura scelta e voluta dai rappresentanti locali della coalizione”. Infine Caparvi ha smentito “le voci di una possibile chiusura del pronto soccorso dell’ospedale”, assicurandone invece “un potenziamento dei servizi”.

Dopo di lui, l’onorevole Emanuele Prisco, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia: “Assisi è un Comune chiave in Umbria e in Italia. Il centrodestra si è ritrovato dopo il passo falso di cinque anni fa e Fratelli d’Italia sarà molto presente in questa campagna elettorale. Alla città serve un cambio di passo: per questo abbiamo scelto un manager che sappia gestire i conti della città, l’indebitamente creato dall’attuale amministrazione, il cui rischio è quello di un innalzamento delle tasse e di una riduzione dei servizi”, ha dichiarato Prisco.

La senatrice Fiammetta Modena, responsabile regionale degli enti locali di Forza Italia, ha invece sottolineato come “Cosimetti interpreta a pieno l’uomo del fare tipico del centrodestra. Forza Italia lo vuole come guida della città in un momento particolarmente delicato, dove un sindaco porta sulle sue spalle una pietra molto pesante in nome del bene della sua collettività”. Presenti in platea i consiglieri regionali Stefano Pastorelli, Valerio Mancini e Francesca Peppucci (Lega), Marco Squarta ed Eleonora Pace (Fratelli d’Italia), i sindaci di Bastia Umbra, Cannara e Valfabbrica, numerosi consiglieri comunali assisani e altri esponenti politici e istituzionali dei partiti della coalizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*